Sportello maternità difficile Ospedale di Corato
Sportello maternità difficile Ospedale di Corato
Vita di Città

Nell'ospedale di Corato uno sportello per le maternità "difficili"

Questa mattina il taglio del nastro

È stato inaugurato questa mattina, nell'ospedale Umberto I di Corato un nuovo sportello per le "gravidanze difficili", un luogo dove accogliere e proteggere quelle famiglie e quelle donne che si trovano a vivere momenti di difficoltà nel corso della gravidanza.

Il taglio del nastro è avvenuto alla presenza dei vertici dell'ospedale di Corato ed è stato possibile grazie alla collaborazione tra l'associazione "Granello di senape - Centro di aiuto alla vita", la fondazione "Il cuore in una goccia" del prof. Giuseppe Noia primario di ginecologia del Gemelli di Roma, e gli operatori del reparto di ginecologia dell'ospedale "Umberto I" di Corato diretto dal dott. Lucio Nichilo

Quello inaugurato oggi è il primo sportello dell'accoglienza della "maternità difficile" che sorge in una struttura ospedaliera. Questo sportello è un anello di congiunzione tra il territorio e la fondazione "Il cuore in una goccia".

"Dinanzi ad una situazione difficile di gravidanza il reparto ospedaliero deve garantire una presenza dal punto di vista motivazione – ha spiegato il dottor Di Noia - e dal punto di vista dell'accoglienza. Non bisogna mai rimanere in solitudine in queste situazioni".

"La fondazione ha un terzo braccio, quello spirituale. Quando intercettiamo situazioni difficili scattano dei meccanismi che includono anche la fede. Interveniamo con la precisa motivazione che quella coppia, quella famiglia non deve rimanere da sola."
WhatsApp Image atSportelloSportelloSportello
  • Ospedale
Altri contenuti a tema
Furti nell'area dell'ospedale, ladri al medico: «Zitta o ti tagliamo la gola» Furti nell'area dell'ospedale, ladri al medico: «Zitta o ti tagliamo la gola» Lo riferisce il comitato per l'ospedale unico del nord barese. «Dalla carta di Ruvo nulla è stato fatto»
Rocambolesco tentativo di evasione dai domiciliari di un 23enne coratino Rocambolesco tentativo di evasione dai domiciliari di un 23enne coratino Il giovane, rintracciato al pronto soccorso dell'ospedale, ha aggredito i Carabinieri dandosi alla fuga. Riacciuffato, si è scagliato contro altri due militari ma è stato infine bloccato
Ritrovato a Bitonto l'individuo allontanatosi dall'ospedale di Bisceglie Ritrovato a Bitonto l'individuo allontanatosi dall'ospedale di Bisceglie Ricoverato agli infettivi del "Vittorio Emanuele II" per sospetta tubercolosi polmonare, aveva fatto perdere le sue tracce
Licenziato ortopedico dell'ospedale di Corato, faceva visite fuori dall'ospedale Licenziato ortopedico dell'ospedale di Corato, faceva visite fuori dall'ospedale Risponde di truffa al servizio sanitario
1 Ospedale di primo livello: «Molfetta sarebbe dovuta essere la scelta naturale» Ospedale di primo livello: «Molfetta sarebbe dovuta essere la scelta naturale» I sindacati molfettesi si attivano per richiedere la modifica del Piano di riordino
"Aspettando te", la nuova sala di monitoraggio fetale donata dalla Fondazione Cannillo "Aspettando te", la nuova sala di monitoraggio fetale donata dalla Fondazione Cannillo E’ stata inaugurata presso il Reparto di Ginecologia di Corato la nuova Sala di Monitoraggio fetale realizzata in occasione della nascita del piccolo Francesco.
All'ospedale di Corato una festa per tutte le mamme All'ospedale di Corato una festa per tutte le mamme L'iniziativa è dell'U.O di Ostetricia e ginecologia in collaborazione con l'ADISCO
Mancano i medici, il reparto di ortopedia dell'Umberto I chiude alle urgenze Mancano i medici, il reparto di ortopedia dell'Umberto I chiude alle urgenze In una circolare la disposizione del direttore generale
© 2016-2019 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.