Chiesa di San Francesco
Chiesa di San Francesco
Vita di Città

Parrocchiani in piazza: «Vogliamo certezze sulla nuova chiesa di San Francesco»

Al via domani una petizione da sottoporre all'amministrazione comunale

La parrocchia di San Francesco ha bisogno di una nuova chiesa in cui svolgere le attività liturgiche. È in sintesi la posizione di molti dei parrocchiani che frequentano le iniziative della parrocchia capitanata da don Mauro Camero. Una parrocchia vivace, di novemila anime, ma che si riunisce in un luogo evidentemente non consono ad un tempio cristiano.

Domani, a partire dalle 20, alcuni parrocchiani saranno in via Duomo per avviare una petizione, insieme ad un notaio, e raccogliere le firme per chiedere all'amministrazione comunale di dare delle certezze in merito alla nuova collocazione della Chiesa. Da anni, infatti, si discute del nuovo edificio ma ancora non c'è un suolo sul quale poter edificare né tanto meno programmare una costruzione.

«Sono passati ormai 28 anni da quando la Chiesa di via Carmine fu chiusa al culto e la parrocchia spostata lì dove c'è l'istituto professionale. Quella doveva essere una sede provvisoria in attesa che si potesse finalmente avere la nuova struttura. Ma da quel momento sono passati 28 anni e siamo ancora là» racconta Sandro Zucaro, componente del consiglio pastorale parrocchiale.

Gli fa eco Nunzio Quatela, componente del componente del consiglio pastorale e tra i promotori della petizione: «L'aula liturgica non è idonea ad ospitare importanti momenti della vita della comunità. Nella parrocchia di San Francesco non si celebrano matrimoni, ad esempio. E gli anziani o i disabili fanno fatica a superare le rampe di scale per l'accesso. Inoltre si tratta di un'aula molto piccola per poter ospitare un numero di parrocchiani così ampio».

L'obiettivo della petizione è riportare all'attenzione pubblica la questione legata alla costruzione della nuova chiesa e all'attenzione dell'amministrazione comunale l'esigenza di ottenere uno spazio che possa ospitare l'edificio di culto. Un progetto, in realtà, c'era. Fu redatto circa 20 anni fa. Ma da allora nulla si è mosso,
Nelle intenzioni della diocesi la priorità era l'edificazione della nuova chiesa di San Francesco e quindi di altre due chiese nel territorio diocesano. Se per le altre due chiese qualcosa si è mosso ed una è stata persino inaugurata ed è aperta al pubblico, la chiesa di San Francesco ancora attende di sapere il luogo dove potrà sorgere. E il Comune di Corato potrà avere un ruolo determinante per dare una certezza ad una parrocchia ormai relegata da troppi anni in un luogo che non è suo.
  • Parrocchia San Francesco
Altri contenuti a tema
Nuova chiesa di San Francesco, 711 firme per chiedere certezza del futuro Nuova chiesa di San Francesco, 711 firme per chiedere certezza del futuro Ieri la consegna della petizione
La chiesa è troppo piccola, la messa del Natale si celebra in palestra La chiesa è troppo piccola, la messa del Natale si celebra in palestra La parrocchia di San Francesco celebra il Natale nell'Istituto Piccarreta
A Corato è festa in onore di San Francesco A Corato è festa in onore di San Francesco Momenti di spiritualità e conclusione con la benedizione degli animali
Corato si prepara a celebrare la festa di San Francesco Corato si prepara a celebrare la festa di San Francesco Musica e preghiera in onore del Patrono d'Italia
La Parrocchia di San Francesco festeggia il Patrono d'Italia La Parrocchia di San Francesco festeggia il Patrono d'Italia La comunità parrocchiale celebra il titolare della chiesa
© 2016-2021 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.