L'esultanza di squadra e pubblico neroverdi al termine di gara2
L'esultanza di squadra e pubblico neroverdi al termine di gara2
Basket

Corato a un passo dalla B

I neroverdi sbancano di nuovo il PalaPoli di Molfetta con una splendida prova collettiva. Chiriatti grande trascinatore. Domenica al PalaLosito l'opportunità per chiudere i conti

B come Corato: manca soltanto l'ultimo tassello. I neroverdi del presidente Marulli hanno sbancato il PalaPoli di Molfetta anche giovedì sera, conquistando gara2 della finalissima di C Gold pugliese. Un successo per certi versi ancora più netto e significativo rispetto a quello ottenuto domenica nella prima sfida della serie. Le ragioni sono molteplici e risiedono innanzitutto nella capacità di limitare gli avversari in fase offensiva a prescindere dalla pesantissima assenza dello squalificato Zvonko Buljan: sarebbe ingeneroso, specie nei confronti degli altri giocatori della Virtus di coach Gallo, sintetizzare la sconfitta con l'impossibilità di utilizzare il pur fortissimo croato.

L'Adriatica Industriale ha preso la partita con astuzia e lucidità mentale, lavorando ai fianchi i biancazzurri di casa sotto il profilo tattico. Marco Verile, conscio della necessità di rendere duttile ciascuno degli elementi a disposizione, non ha esitato a stravolgere l'assetto della sua squadra al punto che chi non ha visto il match potrebbe dedurre che i due stranieri abbiano sparato a salve e giocato malissimo. Invece Lutterman e soprattutto Ouandie (limitato dall'ottimo lavoro di Formica, sacrificato in una faticosa difesa "box and one") si sono messi al servizio di un gruppo nel quale, su tutti e per distacco, ha giganteggiato un Andrea Chiriatti vero leader, metodico nell'accompagnare la squadra alla scelta più opportuna sui due lati del campo. Molfetta non è riuscita a coinvolgere per davvero il suo unico straniero Delic, finendo per schiantarsi contro la zona coratina soprattutto nei (troppi) minuti in cui la guida di un playmaker abile nelle letture come Stefano Liso è stata confinata in panchina. Protagonista, per la squadra del presidente Bellifemmine, è divenuto un Davide Biasich in palla forse perché, per paradosso, un po' meno coinvolto emotivamente nelle storie tese tra le due sponde (era a Castellaneta fino a qualche settimana prima). Quanto all'osservato speciale Gigi Brunetti, la sua prestazione ha assicurato sostanza e concretezza mentre Feruglio, sull'altro versante, non ha potuto incidere perché frenato da una complicata situazione falli.

Lampi di bella pallacanestro nella frazione iniziale puntualmente svaniti nel secondo quarto (7-10 il parziale). Lo staff tecnico neroverde ha messo in chiaro l'intenzione di far valere la profondità dell'organico: del resto, in Italia non c'è un'altra squadra di C Gold che possa permettersi il lusso di fare alzare dalla panchina, come primi cambi, gente del calibro di Stella, Tomasello e Brunetti. Molfetta ha resistito al primo strattone ospite nel terzo periodo: Chiriatti, Stella e un Idiaru davvero maturo hanno propiziato il +10 (28-38) ma Liso, con il supporto di Delic, è riuscito a rimettere i suoi in partita tanto che quando Biasich, dal perimetro, ha siglato il 46-49, pochi avrebbero potuto immaginare un crollo verticale del collettivo virtussino: 0-13 di break, aperto da un acuto di Brunetti e chiuso dai sigilli di Chiriatti e Crovace, per il 46-62, con gli italiani di Corato sugli scudi e gli stranieri fieri gregari. Scenario possibile soltanto in un ambiente compatto, con una dirigenza autorevole alle spalle.

Domenica, al PalaLosito (palla a due ore 19), ai 300 tifosi neroverdi in trasferta per gara2 se ne aggiungeranno molti altri: è l'occasione propizia per sfatare il tabù degli scontri diretti stagionali nei quali finora ha sempre vinto la formazione impegnata in trasferta (è accaduto ben 4 volte) e chiudere i conti. Tra Corato e il sospirato ritorno in Serie B ci sono soltanto una vittoria e la B di Buljan, deciso più che mai a fare la differenza e rimettere tutto in discussione.

VIRTUS MOLFETTA-BASKET CORATO 57-70

Virtus Molfetta: Delic 15, Liso 12, Feruglio 4, Laquintana 3, Orlando 6, Biasich 12, Calisi 3, Formica, Lo Piccolo 2. N.e.: Guzman, Kodu. All.: Gallo.
Adriatica Industriale Corato: Lutterman 10, Chiriatti 15, Stella 8, Brunetti 10, Crovace 3, Del Tedesco 3, Ouandie 6, Tomasello 4, Idiaru 11, Bucciol. N.e.: Jareci, Sgarlato. All.: Verile.
Arbitri: Paradiso di Santeramo, Laveneziana di Monopoli.
Parziali: 19-20; 26-30; 44-49.
Gara2 Virtus Molfetta-Basket CoratoGara2 Virtus Molfetta-Basket CoratoGara2 Virtus Molfetta-Basket CoratoGara2 Virtus Molfetta-Basket CoratoGara2 Virtus Molfetta-Basket Corato
  • Basket Corato 2021 -2022
  • Serie C Gold
  • Basket Corato
Altri contenuti a tema
Basket Corato, la capolista trema: Molfetta vince solo all'overtime Basket Corato, la capolista trema: Molfetta vince solo all'overtime Grande prova del quintetto neroverde, che lascia ben sperare in vista della seconda fase
Il Basket Corato torna alla vittoria: il big match contro Angri finisce 88-81 Il Basket Corato torna alla vittoria: il big match contro Angri finisce 88-81 I neroverdi conquistano così la salvezza matematica e la quasi certezza dell'accesso alla seconda fase
Basket Corato, contro Avellino la prima in casa del 2024 Basket Corato, contro Avellino la prima in casa del 2024 La gara è praticamente decisiva per il terzo posto, le due squadre sono divise da soli due punti
NMC, la "prima" del 2024 a San Severo contro Apricena NMC, la "prima" del 2024 a San Severo contro Apricena Gli arancioblu hanno voglia di partire con il piede giusto nel nuovo anno solare
Basket Corato, è festa all'overtime: Lucera battuta a domicilio 80-84 Basket Corato, è festa all'overtime: Lucera battuta a domicilio 80-84 Sontuosa la prova di Vaulet che mette a segno 34 punti
Basket Corato, è Birra il nuovo play a disposizione di coach Gattone Basket Corato, è Birra il nuovo play a disposizione di coach Gattone Il classe 2002 napoletano sostituirà Simone Giovinazzo, alle prese con i postumi di un intervento chirurgico
Basket Corato, ultima uscita del 2023 amara: Marigliano passa 71-72 Basket Corato, ultima uscita del 2023 amara: Marigliano passa 71-72 I neroverdi perdono così l'imbattibilità interna che durava da sei partite
Basket Corato, l'anno solare si chiude oggi contro Marigliano Basket Corato, l'anno solare si chiude oggi contro Marigliano All'andata, i neroverdi espugnarono il difficile parquet Campano per 59-69
© 2016-2024 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.