Comune di Corato
Comune di Corato
Politica

Due anni di amministrazione, la durissima critica di Direzione Corato

«Il livello qualitativo della città non è mai stato così basso e le conseguenze sono sotto gli occhi di tutti»

«A Corato non c'è nulla da festeggiare. Per questo avevamo sperato che, specie in un momento come questo, il Sindaco avesse un minimo di responsabilità e si astenesse dal celebrare il secondo anniversario della sua "ascesa al soglio" di Palazzo San Cataldo ma la speranza è stata vana. Sui social è comparso un chilometrico post auto autocelebrativo, con i soliti sostenitori (in verità sempre meno) che commentano (sempre più tiepidamente). E guai a chi commentava in maniera critica: una valanga di insulti». Direzione Corato ha stigmatizzato così un recente intervento del Sindaco Corrado De Benedittis.

«Eppure a leggere il post, sembrerebbe che Corato sia diventato un Eden in cui tutto va meravigliosamente bene; uniche deroghe concesse alla perfezione assoluta sono "un leggero ritardo" nei servizi di mensa e trasporto scolastico ed un generico "resta tanto da fare".
Ma siamo certi che sia proprio così? Secondo noi no. Si potrebbe scrivere un libro sulle omissioni e falsità ma ci limiteremo a descriverne solo qualcuna.

Strade - Manutenzione ordinaria (ovvero la "chiusura delle buche"): sono stati spesi tantissimi soldi in mini-affidamenti in dispregio della normativa sugli appalti, con risultati catastrofici sotto gli occhi di tutti e sotto le ruote delle automobili.

Strade - Manutenzione straordinaria (ovvero il rifacimento del manto stradale in corso in questi giorni): non un centesimo è stato stanziato da questa amministrazione e nessuno sforzo è stato necessario per il reperimento dei fondi, perché circa un anno e mezzo fa la Regione distribuì cento milioni di euro a TUTTI i comuni pugliesi, destinati proprio alla manutenzione straordinaria. A Corato sono appena partiti i lavori su 30 strade, cioè meno di un decimo della viabilità cittadina. In molti altri Comuni i lavori, invece, sono terminati (o quasi). Senza contare che entrando nel merito della spesa ci sarebbe tanto da ridire sulle strade scelte: perché rifare viale Cadorna se, come il Sindaco stesso dice, tutto l'estramurale è da rifare con fondi Pnrr? Mentre tutti gli "altri cantieri che seguiranno" sono: il rifacimento del tratto tra via San Vito e via Spirito Santo, con fondi e progetto ereditati dalle precedenti amministrazioni e i lavori su via Castel del Monte, grazie a 150mila euro regalati dal Governo» hanno osservato.

«Quasi tutti gli altri cantieri indicati dal Sindaco sono frutto di progetti e finanziamenti delle precedenti amministrazioni o di finanziamenti ricevuti grazie ai fondi Covid E ci sono tante incongruenze: ad esempio la palestra del Fornelli, interessata da lavori che comportarono lo sfratto di alunni e bambini delle associazioni sportive a novembre scorso, che sarà oggetto di un altro appalto.

Lo "sconfinato programma estivo" è costato circa mezzo milione di euro! Sono stati ripresi, senza nessuno sforzo di fantasia, eventi di successo che già in passato venivano realizzati (ad esempio, ma non solo, Gusto Jazz), ai quali si sono aggiunte decine di altre manifestazioni, spesso desolanti, con più persone sul palco che ad assistere. Molto opinabile, peraltro, la decisione di affidare l'organizzazione della festa di San Cataldo ad una società di Lecce» hanno sostenuto da Direzione Corato.

«La pandemia, evocata come ostacolo all'attività amministrativa, in realtà è stata una grande opportunità per la De Benedittis & co.; una montagna di soldi piovuti o che stanno piovendo grazie al Pnrr, e che l'amministrazione riesce a raccogliere solo se arrivano d'ufficio, o tramite bandi che prevedono soldi per tutti, o grazie a fortunosi ripescaggi.
Siamo consapevoli che un programma elettorale prevede un orizzonte di cinque anni, ma vorremmo ricordare al Sindaco ed ai cittadini alcune delle promesse fatte durante la competizione elettorale, e grazie alle quali ha vinto le elezioni» hanno rilevato.

«"Bilancio partecipato": chi l'ha visto? Quello che è anche un obbligo di legge è stato negato! Neanche i consiglieri comunali hanno potuto muovere osservazioni con il pretesto dei tempi ristretti.

"In primo luogo si provvederà al Piano strategico del commercio". Il nulla! E non è cosa di poco conto, perché senza Piano non si possono chiedere i finanziamenti per il Duc (distretto urbano del commercio), come stanno, invece, facendo altri Comuni confinanti. Risorse che vanno via e che non tornano più…

"Le tasse comunali che gravano sul commercio vasnno alleggerite". Contrariamente al programma, hanno aumentato la Tari del 18% e non c'è traccia di alcuna attività a favore dei commercianti, salvo alcune mance elargite lo scorso Natale.

"Difesa dell'ospedale". Ad oggi abbiamo solo ascoltato tante chiacchiere: la nostra amministrazione, salvo qualche visita a Bari con selfie di ordinanza, non è stata degnata della minima attenzione da parte dei vertici regionali della sanità.
Non sappiamo nulla dell'attività dell'Energy manager, figura che noi paghiamo profumatamente, quanto mai importante in questo periodo.
Il registro tumori non è pervenuto, idem per il monitoraggio della qualità dell'aria» è la dura reprimanda del movimento civico di opposizione.

«Nel frattempo regnano confusione ed incertezze sul destino della Asipu; non c'è ancora il contratto di servizio con Sanb e quindi non sappiamo perché i coratini pagano, né se il prezzo sia congruo rispetto al servizio reso; si scaricano sui dirigenti colpe che sono dell'amministrazione (vedi la querelle con il Comandante della Polizia Locale), il progetto di istituto tecnico superiore annunciato nel convegno Pnrr di febbraio è stato bocciato; siamo inadempienti sull'utilizzo dei percettori di Reddito di cittadinanza nei lavori di pubblica utilità, i "refusi" negli atti pubblici, anche nel bilancio, si sprecano e si devono fare più e più correzioni, le beghe interne alla maggioranza sono sempre più evidenti» hanno rimarcato.

«Senza contare che all'incompetenza di questa amministrazione, si unisce, poi, l'arroganza e la presunzione del cosiddetto "cerchio magico", sordo alle sollecitazioni delle commissioni, dei consiglieri di minoranza e di maggioranza, e di tutta la comunità.
Il risultato? Il livello qualitativo di Corato non è mai stato così basso e le conseguenze sono sotto gli occhi di tutti.
Riteniamo che non ci sia nulla che meriti un brindisi in questo anniversario: anzi, ci si dovrebbe cospargere la testa di cenere e chiedere scusa per i fondi persi, per i ritardi, per l'arroganza e la supponenza mostrata, per la mancanza di etica istituzionale e soprattutto per una situazione socioeconomica della città che è sempre più allo sbando» hanno concluso da Direzione Corato.
  • Comune di Corato
  • Direzione Corato
Altri contenuti a tema
Ecoestramurale a Corato: la presentazione del progetto Ecoestramurale a Corato: la presentazione del progetto L'evento si terrà giovedì 29 febbraio, alle ore 19.00, al teatro comunale di Corato
Anche a Corato il bonus energia elettrica per cittadini con disagio fisico Anche a Corato il bonus energia elettrica per cittadini con disagio fisico L'avviso pubblico è rivolto ai centri di assistenza fiscale CAF e CAAF
Eco-estramurale a Corato: le ultime novità secondo l'opposizione Eco-estramurale a Corato: le ultime novità secondo l'opposizione «Il rischio è che resti per molto tempo un'"opera incompiuta"»
Progetto “ECO” estramurale: ne sapete qualcosa?  Ve lo diciamo noi… Progetto “ECO” estramurale: ne sapete qualcosa?  Ve lo diciamo noi… I Partiti e Movimenti di opposizione  invitano tutti i cittadiniDomenica 28 gennaio, alle ore 10.00,  presso il Cinema Alfieri
Progetto PIPPI, giovedì primo incontro a Terlizzi Progetto PIPPI, giovedì primo incontro a Terlizzi Nel progetto coinvolte anche le città di Corato e Ruvo
Direzione Corato, l'accusa di plagio: "La Coratina in Festa" copiata da vecchia iniziativa del centrodestra" Direzione Corato, l'accusa di plagio: "La Coratina in Festa" copiata da vecchia iniziativa del centrodestra" «In questi giorni Via Duomo sembrava un ospedale da campo» l'accusa al vetriolo
Estate Coratina, Direzione Corato: Cultura nelle periferie, idea dell'amministrazione Perrone nel 2003 Estate Coratina, Direzione Corato: Cultura nelle periferie, idea dell'amministrazione Perrone nel 2003 «Questa è l'età dell'apparire, all'epoca vi era quella del fare»
Direzione Corato replica al Sindaco De Benedittis meno video e più provvedimenti Direzione Corato replica al Sindaco De Benedittis meno video e più provvedimenti La nota in risposta al video social del Sindaco sulla questione sicurezza in città
© 2016-2024 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.