Vincenzo Grasso
Vincenzo Grasso
Attualità

Il Presidio "Libera" di Corato sarà intitolato a Vincenzo Grasso

L'imprenditore calabrese, marito della coratina Angela Caterino, fu ucciso dalla 'ndrangheta nel 1989

Lunedì 14 novembre, alle ore 19, nel salone parrocchiale "Luisa Piccarreta" di via Leonello 9, si terrà un incontro pubblico nel corso del quale il Presidio Libera di Corato sarà intitolato a Vincenzo Grasso, il coraggioso imprenditore della Locride vittima della 'ndrangheta nel 1989.

All'incontro parteciperanno don Angelo Cassano, referente di Libera Puglia, Angela Caterino e Stefania Grasso, figlia di Vincenzo Grasso, che darà testimonianza del nobile esempio e delle virtù civiche del padre. Modererà Claudia Pia Leo, referente del Presidio di Libera Corato.

L'intitolazione del Presidio sarà preceduta - alle ore 17:30 - dalla collocazione di una targa in memoria di Grasso in Largo Abbazia.

Libera, la rete di associazioni, cooperative sociali e movimenti fondata nel 1995 da don Luigi Ciotti, ha fatto dell'impegno contro le mafie e per la giustizia e la ricerca della verità la sua cifra identitaria. Da un anno è presente anche a Corato con il Presidio locale. Al fine di contribuire a tenere vivo il ricordo e la memoria delle vittime innocenti delle mafie, Libera Corato ha scelto di intitolare il Presidio a una di loro, un uomo che ha pagato con la propria vita la scelta di reagire alle minacce mafiose denunciando i suoi estorsori.

«Un legame d'amore ci riconduce a Vincenzo Grasso, con cui sentiamo di condividere anche il senso di sacrificio e la forte determinazione che lo guidarono nel percorso professionalee nella sua esistenza» ha spiegato Claudia Pia Leo.«È bello ricordare queste sue parole che sono un autentico incoraggiamento a vivere il nostro impegno quotidiano in Libera: "Io vorrei che questo Paese fosse migliore. È per questo che io cerco di combattere, affinché lo sia, non tanto per me, quanto per i miei figli che io sto educando con tanto amore". Vincenzo provava un amore davvero profondo per la vita, per i suoi figli, per sua moglie, la coratina Angela Caterino, e per i sinceri amici che ha trovato nella nostra città e che ancora lo ricordano».

La manifestazione, aperta a tutta la cittadinanza, è patrocinata dal Comune di Corato.
  • Criminalità
  • Libera
  • mafie
  • Presidio libera Corato
Altri contenuti a tema
Gli studenti dell'Oriani-Tandoi incontrano i genitori di Michele Fazio, vittima innocente di mafia Gli studenti dell'Oriani-Tandoi incontrano i genitori di Michele Fazio, vittima innocente di mafia Straordinaria esperienza per i ragazzi dell'istituto coratino
Ennesimo rogo d'auto nella notte coratina Ennesimo rogo d'auto nella notte coratina In fiamme una Fiat Punto
Boccia: «Uniamo le forze per sconfiggere criminalità e baby gang» Boccia: «Uniamo le forze per sconfiggere criminalità e baby gang» Le parole del senatore biscegliese a margine dell'incontro con il Prefetto della Bat Riflesso
Nuova Umanità: «Corato è allo sbando» Nuova Umanità: «Corato è allo sbando» «Chiederemo al Sindaco di intervenire per ottenere il potenziamento dei presìdi delle forze dell'ordine»
In fiamme l'auto dell'organizzatore di un evento antimafia In fiamme l'auto dell'organizzatore di un evento antimafia Parole durissime dell'ex ministro Trenta, ospite della serata: «Istituzioni assenti all'incontro»
«Corato oggetto delle mire espansionistiche dei clan Capriati e Loiudice» «Corato oggetto delle mire espansionistiche dei clan Capriati e Loiudice» È quanto emerge dalla relazione sull'attività svolta dalla Direzione investigativa antimafia nel secondo semestre 2021
La comunità di Corato rende omaggio a Paolo Borsellino e agli agenti della sua scorta La comunità di Corato rende omaggio a Paolo Borsellino e agli agenti della sua scorta Deposti fiori nella strada intitolata al giudice e in via Emanuela Loi
La sfida della legalità La sfida della legalità Corato ricorda il giudice Borsellino a trent'anni dall'attentato di via D'Amelio
© 2016-2023 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.