Tarshito. <span>Foto Luciana Cusanno</span>
Tarshito. Foto Luciana Cusanno
Cultura

L’artista coratino Tarshito si innamora della comunità Huichol de Guadalupe

Un viaggio che porta l’arte al di là dei confini

Che Tarshito sia stato sempre un'artista estroso e fuori dal comune, questo è già noto, ma che continui ancora a sorprenderci con i suoi progetti, questo farà sempre notizia. E' di queste settimane infatti la mostra che è stata inaugurata il 7 dicembre presso l'Istituto Italiano di Cultura di Città del Messico e che sarà visitabile fino al 20 Dicembre.
La mostra celebra il risultato di un progetto artistico che Tarshito ha iniziato lo scorso Luglio 2017, in Messico, presso la comunità indigena di Guadalupe Ocotàn dove ha realizzato a quattro mani, una serie di opere che celebrano l'incontro fra culture.

La tappa presso la comunità di Guadalupe Ocotàn è stata fondamentale, tra l'altro, per iniziare un'opera d'arte itinerante, un rotolo lungo oltre 10 metri che idealmente abbraccia il mondo, il titolo di quest'opera è : Il sentiero del Viandante Innamorato, oltre al Messico, Tarshito ha condotto questo progetto artistico anche in India, con gli artisti Gond del Madhya Pradesh nell' Ottobre 2017 e, proprio in questi giorni in Perù, fra le comunità Shipibo Peruviane.

Chi è Tarshito
Tarshito è un artista e architetto italiano, docente e ricercatore spirituale che viaggia costantemente attraverso l'Oriente e l'Occidente del mondo. Come ricercatore, dà vita ad opere che esprimono il frutto di uno studio incentrato sulle tradizioni e le antiche culture dei paesi che riscopre ogni volta. Essere un artista per Tarshito significa indagare e scoprire l'essenza, il supremo senso della vita: ogni opera e ogni progetto che lui propone esprimono il suo amore appassionato per l'umanità e il suo costante desiderio di costruire nuove connessioni attraverso popoli e culture. Conosciuto anche come "il viandante innamorato", Tarshito evoca emozioni positive e un genuino senso di comunione attraverso l'umanità intera. Il suo nuovo progetto intitolato "The Path of the Wayfarer in Love" rende omaggio alla bellezza della paesi che Tarshito attraversa durante i suoi viaggi per coinvolgere gli artigiani e gli artisti locali in un progetto culturale dedicato al tema dell'incontro.

La fusione e l'integrazione tra le culture sono pratiche che distinguono il rapporto di Tarshito con diverse tradizioni. Da sempre affascinato dalle tradizioni più antiche e profonde, Tarshito ha cominciato a concepire l'idea di un progetto artistico ispirato alla magia delle armonie e dei ritmi di vari paesi: come il Messico, il Perù, l'India, il Bangladesh, Il Marocco, il Nepal, la Corea e il Giappone…. Come un poeta contemporaneo, Tarshito ci racconta il suo "Nuovo Mondo Unito" proponendo una nuova idea di riti e momenti solenni di incontro tra culture e tradizioni. Lo scopo di questa esperienza è quello di creare un momento di comunione tra antico e contemporaneo attraverso la realizzazione di un lungo rotolo (circa 10 m) su cui interverranno in parte (circa 1,50 m) le maestranze che dipingeranno creature in pellegrinaggio secondo la tradizione pittorica locale. Dopo la realizzazione di questa parte di rotolo, Tarshito riprenderà il suo viaggio ed iniziare un nuovo rapporto con un'altra parte del mondo e così via per concludere il suo pellegrinaggio attorno al mondo. Il suo scopo è realizzare un rotolo che testimoni il cammino del Viandante innamorato lungo la superficie della Terra, connettendo e generando nuovi mondi possibili.

Per Tarshito non esistono limiti geografici, il suo è un tentativo per abbattere qualsiasi forma di suddivisione del Mondo. Ecco come nasce la serie di "nuovi continenti", di "geografie sacre", dipinte e manipolate, unite, mixate, re-inventate. Le sue mappe geografiche rappresentano il tentativo per ricordare che facciamo tutti parte della stessa terra, della stessa umanità. (cit. Osho). I Pellegrinaggi dipinti su questi territori sono una naturale prosecuzione di questo straordinario concetto, ogni creatura sulla terra si muove verso un obiettivo fatto di luce, di armonia, di bellezza. L'intervento degli artigiani che aderiranno al progetto risulta di indispensabile importanza per sottolineare questa idea di connessione, di unità fra l'Uno e il Tutto e generare nuove Umanità.
8 fotoTarshito
TarshitoTarshitoTarshitoTarshitoTarshitoTarshitoTarshitoTarshito
  • Arte
Altri contenuti a tema
Creativi e innovatori: i giovani di Corato si fanno apprezzare Creativi e innovatori: i giovani di Corato si fanno apprezzare Dalla chiamata alle arti ai bandi per l'innovazione
Cinquanta poster artistici per la città del futuro: il Comune chiama i creativi Cinquanta poster artistici per la città del futuro: il Comune chiama i creativi Ecco il bando riservato a soggetti formali e informali
Corato nei "Tesori nascosti" di Borghi Magazine Corato nei "Tesori nascosti" di Borghi Magazine La rivista di turismo e cultura dedica le sue pagine alle nostre bellezze
«Buon compleanno Nicolas Vangi!», in una mostra luce ed essenza del compianto artista «Buon compleanno Nicolas Vangi!», in una mostra luce ed essenza del compianto artista Famiglia e amici uniti in un abbraccio di commozione e amore in occasione del suo 60° compleanno, ad un mese dalla sua dipartita
"Le sinapsi dell'anima", retrospettiva in ricordo di Nicolas Vangi "Le sinapsi dell'anima", retrospettiva in ricordo di Nicolas Vangi Famiglia e amici omaggiano l'artista in occasione e del suo compleanno
Lo ZT e le Madonne di Costantinopoli. Focus sul misterioso artista che lasciò traccia a Corato Lo ZT e le Madonne di Costantinopoli. Focus sul misterioso artista che lasciò traccia a Corato Chi era l'autore che operò in Puglia e Basilicata nel Cinquecento?
L'artista coratino Michele Macchia nominato Artista dell'anno 2020 dal "World of Art" L'artista coratino Michele Macchia nominato Artista dell'anno 2020 dal "World of Art" Dagli Stati Uniti al Canada, l'arte di Michele Macchia conquista il mondo 
Il coratino Giuseppe Riccardi dona la sua arte al Museo Itinerante Giovanni Bovio Il coratino Giuseppe Riccardi dona la sua arte al Museo Itinerante Giovanni Bovio L'opera "Atemporale Bovio" arricchisce la collezione tranese
© 2016-2021 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.