Puglia zona gialla
Puglia zona gialla
Attualità

Puglia verso la zona gialla a partire da lunedì

Il calo dei contagi e la diminuzione dei ricoveri lascia ben sperare. Attesa l'ufficialità

L'ufficialità ancora non c'è ma i dati che provengono dalla Regione, relativi all'emergenza epidemiologica in Puglia lascia sperare in un sospiro di sollievo per i pugliesi che potrebbero tornare a godere delle possibilità della zona gialla. Dopo un lungo periodo tra rosso e arancione, la Puglia dovrebbe passare da lunedì 10 maggio nella fascia gialla, con una riduzione delle misure restrittive, tra cui in particolare la possibilità di spostarsi nuovamente tra diverse città.

Grazie a un calo netto dei contagi e alla costante diminuzione dei ricoveri, in Puglia cala l'incidenza ogni 100mila abitanti, dato che nello scorso report ha inciso nella scelta di lasciare la regione in arancione: in una settimana è comunque calato da 212 a 169.

La Puglia è passata in zona arancione il 26 aprile scorso dopo ben cinque settimane in zona rossa: adesso i numeri sono più rassicuranti ma non bisogna ancora abbassare la guardia. "La situazione continua a migliorare - ha affermato l'assessore regionale alla Sanità Pier Luigi Lopalco - abbiamo un Rt calcolato da noi inferiore a 1, tassi di occupazione dei posti letto in miglioramento, non ci sono focolai in ospedali e Rsa".

Miglioramento generale del rischio in Italia secondo quanto compare nella bozza di monitoraggio Iss-Ministero della Salute che sarà presentato oggi. Sei Regioni e province autonome hanno una classificazione di rischio moderato (di cui una, Calabria, ad alta probabilità di progressione a rischio alto nelle prossime settimane) . Le altre 15 Regioni e province hanno una classificazione di rischio basso. Una Regione (Molise) e una Provincia Autonoma (Bolzano) hanno un Rt puntuale maggiore di uno, ma con il limite inferiore sotto l'uno.

Sulla scia della Puglia, verrebbero dunque "promosse" in giallo anche Calabria e Basilicata. Si attende comunque a breve l'ufficialità da parte del ministro Speranza.
  • Emergenza Coronavirus
Altri contenuti a tema
In ospedale poco più di 6 pugliesi ogni 100 positivi al Covid In ospedale poco più di 6 pugliesi ogni 100 positivi al Covid Il virus continua a circolare: altri 248 casi registrati nelle ultime ore
"Le mascherine date a scuola non sono conformi". Chiesto il ritiro di due lotti "Le mascherine date a scuola non sono conformi". Chiesto il ritiro di due lotti Toccherà agli istituti scolastici verificare il numero di lotto
Lopalco: «Siamo di fronte ad una nuova ondata pandemica» Lopalco: «Siamo di fronte ad una nuova ondata pandemica» L'invito alla vaccinazione dell'assessore alla Sanità
Green pass obbligatorio per locali e ristoranti al chiuso Green pass obbligatorio per locali e ristoranti al chiuso Ecco le decisioni del Governo
Contrasto alla crisi economica da pandemia, ampliata platea dei beneficiari Contrasto alla crisi economica da pandemia, ampliata platea dei beneficiari Il Consiglio regionale approva all'unanimità
Covid, la domenica in Puglia lascia ben sperare: 247 nuovi positivi su 4700 tamponi Covid, la domenica in Puglia lascia ben sperare: 247 nuovi positivi su 4700 tamponi Si contano 25 morti, in prevalenza nel tarantino
Restrizioni Covid, Gesualdo: «Peso psicologico diventa principale causa di stress» Restrizioni Covid, Gesualdo: «Peso psicologico diventa principale causa di stress» Il presidente dell’Ordine degli Psicologi di Puglia Vincenzo Gesualdo lancia un monito: «Servono aiuti concreti da politica e istituzioni»
In arrivo l'Avviso Start 2021 per i lavoratori dello spettacolo In arrivo l'Avviso Start 2021 per i lavoratori dello spettacolo Leo e Bray: «Contributo regionale una tantum di 2mila euro a chi non abbia ricevuto ristori dallo Stato»
© 2016-2021 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.