basket Corato
basket Corato
Editoriale

Basket Corato, la cura-mercato porta i primi dividendi: Avellino battuta nettamente

La prestazione migliore della stagione coincide con gli innesti di Boev e Trudic, che hanno portato energie e qualità nel gruppo neroverde

Contro Ruvo il buio più totale, un timido segnale di ripresa in Campania contro Sala Consilina, la luce ieri, contro una Avellino annichilita sotto ogni punto di vista. La prima vittoria del 2023 arriva al culmine di una prestazione convincente, intensa, certamente resa di alto livello grazie al tanto lavoro dei singoli, ma di questi tempi poco importa. Serviva vincere e i due punti sono arrivati, con il pubblico del PalaLosito finalmente entusiasta e festante come non lo si vedeva da un po'.

Cosa ha inciso sulla vittoria di ieri? In campo finalmente si sono viste espressioni facciali diverse, con i giocatori pronti a reagire all'errore con positività, anche quando Avellino, fino a metà terzo quarto, contendeva il match punto a punto. Accettare la pressione dunque, rischiando la giocata senza paura è stata la chiave di volta.

Dal punto di vista del basket giocato invece, tanti i punti positivi: Mauro Stella versione big match, ma ancora troppo spremuto per reale mancanza di alternative (33 minuti sono oggettivamente troppi per un atleta fantastico, ma all'alba dei 39) è stato il trascinatore emotivo di un PalaLosito finalmente canterino.

La lotta ai rimbalzi poi, vinta in maniera schiacciante (43-33) con Infante e Boev non velocissimi, ma presenti nel pitturato e anche discretamente efficaci dall'altra parte.

Borsino in salita anche per i vari Artioli e Battaglia, di lotta e di governo hanno contribuito alla causa. Menzione speciale per Gambarota, giocatore umile, utile, duttile.

Infine, dulcis in fundo, non possiamo non citare l'impatto devastante di Lazar Trunic, che in un colpo solo conquista palma di top scorer (19 punti) e tifosi. Tiratore seriale (dieci tentativi, cinque a segno, nella sua prima partita in neroverde), ha subito ricevuto la fiducia di coach Putignano, con 28 minuti a referto, segno che a questa squadra un giocatore con il suo estro ed imprevedibilità mancasse come l'aria.

Menzione speciale per i tifosi, che dopo tante delusioni tornano a casa con il sorriso sulle labbra, con la speranza di rivedere quanto prima il PalaLosito sold-out. Un plauso anche agli atleti del Bask-In, che hanno seguito la squadra fino al secondo quarto, poi hanno espugnato il Palazzo di Andria nel primo impegno del campionato di categoria.

Attenzione però: la vittoria non deve essere foriera di facili entusiasmi e successive possibili delusioni, sebbene il cuore dei tifosi è da sempre un'altalena di sentenze, che quando espresse, sono la Bibbia (oggi sei un Dio, domani sei scarso). I due punti certamente riportano uno spiraglio di serenità in un ambiente ultimamente pressato all'inverosimile, senza però che si nasconda la polvere sotto il tappeto: questo organico ha ancora dei limiti, colmabili o con il mercato o, come ieri, con l'entusiasmo, con la cattiveria, con l'orgoglio, la voglia e il sudore, con la spudorata felicità di chi sa quanto valga quella canotta neroverde.

Quanto il mercato sia stato l'artefice di questo acuto solo il tempo potrà dirlo. Adesso non c'è tempo per le previsioni, domenica un derbyssimo aspetta la squadra del patron Marulli, in casa di un Bisceglie che corre. La cabala dice cinque sconfitte negli ultimi cinque incontri disputati. E il match perso un girone fa grida ancora vendetta. Quella sportiva s'intende.

Una rondine certamente non farà primavera, ma la prima rondine dopo un gelido inverno è sicuramente sempre un bel vedere.
  • Basket
  • As Basket Corato
  • Basket Corato
Altri contenuti a tema
Basket Corato, la capolista trema: Molfetta vince solo all'overtime Basket Corato, la capolista trema: Molfetta vince solo all'overtime Grande prova del quintetto neroverde, che lascia ben sperare in vista della seconda fase
Il Basket Corato torna alla vittoria: il big match contro Angri finisce 88-81 Il Basket Corato torna alla vittoria: il big match contro Angri finisce 88-81 I neroverdi conquistano così la salvezza matematica e la quasi certezza dell'accesso alla seconda fase
Basket Corato, contro Avellino la prima in casa del 2024 Basket Corato, contro Avellino la prima in casa del 2024 La gara è praticamente decisiva per il terzo posto, le due squadre sono divise da soli due punti
NMC, la "prima" del 2024 a San Severo contro Apricena NMC, la "prima" del 2024 a San Severo contro Apricena Gli arancioblu hanno voglia di partire con il piede giusto nel nuovo anno solare
Basket Corato, è festa all'overtime: Lucera battuta a domicilio 80-84 Basket Corato, è festa all'overtime: Lucera battuta a domicilio 80-84 Sontuosa la prova di Vaulet che mette a segno 34 punti
Basket Corato, i neroverdi ripartono da Lucera per il 2024 Basket Corato, i neroverdi ripartono da Lucera per il 2024 I foggiani si sono rinforzati e nelle ultime settimane hanno iniziato la risalita in classifica
Basket Corato, è Birra il nuovo play a disposizione di coach Gattone Basket Corato, è Birra il nuovo play a disposizione di coach Gattone Il classe 2002 napoletano sostituirà Simone Giovinazzo, alle prese con i postumi di un intervento chirurgico
Basket Corato, ultima uscita del 2023 amara: Marigliano passa 71-72 Basket Corato, ultima uscita del 2023 amara: Marigliano passa 71-72 I neroverdi perdono così l'imbattibilità interna che durava da sei partite
© 2016-2024 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.