Fiaccola
Fiaccola
Attualità

Emergenza criminalità, i Giovani Democratici: «Organizziamo una grande fiaccolata»

La nota del gruppo giovanile del Partito Democratico

In città si sta sollevando un dibattito pubblico sulla questione legalità e sicurezza. Stiamo registrando una crescente paura nei cittadini, giovani e non, che non riescono più a vivere a pieno la propria città.

Non bisogna confondere le politiche di sicurezza urbana con le politiche di prevenzione della criminalità, soprattutto per evitare di confondere le politiche di sicurezza con le politiche di rassicurazione. Le politiche di sicurezza urbana si occupano prevalentemente della sicurezza personale come problema sociale. L'insicurezza personale, infatti, è un fattore in crescita negli ultimi anni, in tutte le città, e deriva in particolare dalla percezione dello spazio pubblico come luogo da cui proviene il pericolo. I fenomeni che alimentano questo senso di insicurezza personale hanno a che fare, profondamente, con lo spazio pubblico. La povertà e la marginalità sono l'humus entro cui gli atti contrari al vivere civile prendono forma. Combattere l'insicurezza vuol dire quindi combattere prima di tutto questi fenomeni e la nostra Amministrazione comunale su questo investe energie e risorse.

La marginalità sociale e la povertà si curano prima di tutto con il lavoro, con politiche serie di integrazione e sostegno, in una collettiva assunzione di responsabilità. Si curano attraverso l'apporto irrinunciabile dei nostri servizi sociali. Per questo l'amministrazione si sta muovendo per rafforzare le unità di strada, con l'obiettivo di individuare e contrastare sempre più ogni situazione che possa portare alla frustrazione personale e quindi sfociare nella violenza.

Siamo poi convinti anche di un'altra cosa: in città è necessario creare sempre maggiori luoghi di collettività, partendo dalle periferie per arrivare al centro. Siamo convinti che la tutela dell'ordine pubblico e della sicurezza passano attraverso la riaffermazione della coesione sociale da un lato e la promozione della qualità della vita dall'altro.

Ora ci metteremo in contatto con l'amministrazione per organizzare una grande fiaccolata per far capire che lo Stato c'è e che alle chiamate di responsabilità noi rispondiamo. Se le manifestazioni non risolvono niente, figuriamoci l'indifferenza.
  • Criminalità
Altri contenuti a tema
Allarme criminalità, il sindaco alla città: «Scendiamo in piazza» Allarme criminalità, il sindaco alla città: «Scendiamo in piazza» Indetta la manifestazione "Pace è legalità"
Criminalità, Piarulli e De Benedittis incontrano il Procuratore Nitti Criminalità, Piarulli e De Benedittis incontrano il Procuratore Nitti Saluto istituzionale anche al presidente del Tribunale
Criminalità: Barletta piange ma Corato non ride Criminalità: Barletta piange ma Corato non ride Ancora nessuna notizia sul responsabile della sparatoria di vico San Francesco
Criminalità del nord barese, Piarulli (M5s): «Necessario potenziare forze dell'ordine e sicurezza» Criminalità del nord barese, Piarulli (M5s): «Necessario potenziare forze dell'ordine e sicurezza» La senatrice si unisce al grido d'allarme lanciato dal Procuratore di Trani Nitti in merito alla Bat
La criminalità organizzata si affaccia a Corato, lo rileva la DIA La criminalità organizzata si affaccia a Corato, lo rileva la DIA A dirlo l'Antimafia nella consueta relazione semestrale relativa al primo semestre 2020
Con il lockdown diminuisce la criminalità, reati in calo del 31% Con il lockdown diminuisce la criminalità, reati in calo del 31% I dati dei Carabinieri: in calo i furti in appartamento, in diminuzione anche quelli d'auto
Clan a «dimensione metropolitana-provinciale». Ma non a Corato Clan a «dimensione metropolitana-provinciale». Ma non a Corato L'Antimafia fotografa la realtà cittadina, in cui è forte il controllo delle famiglie protagoniste degli anni '90
8 La criminalità organizzata non tocca Corato. Lo dice la Direzione Investigativa Antimafia La criminalità organizzata non tocca Corato. Lo dice la Direzione Investigativa Antimafia Tra i comuni sotto il controllo dei clan non c'è traccia di Corato
© 2016-2021 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.