medici
medici
Politica

«Facciamo rientrare in Puglia gli 800 infermieri fuori sede»

La proposta del consigliere regionale Mennea

"In questo momento di difficoltà per il nostro sistema sanitario, è possibile rafforzare l'organico ricorrendo all'istituto della mobilità volontaria che consentirebbe ad almeno 800 infermieri residenti in Puglia, ma che lavorano fuori, di rientrare nella nostra regione. Questo permetterebbe di tappare i buchi che si stanno creando nell'organico sia per il turn over che per i pensionamenti ordinari e quelli legati alla riforma cosiddetta della 'quota 100'".

Lo dichiara il consigliere regionale del Pd, Ruggiero Mennea, che insieme ai colleghi Fabiano Amati, Donato Pentassuglia, Sergio Blasi, Napoleone Cera e Giovanni Liviano, ha presentato una interrogazione al presidente del Consiglio regionale, Mario Loizzo, per il reclutamento del personale infermieristico tramite mobilità extraregionale.

"Va da sé che il personale infermieristico - prosegue Mennea - può incidere sull'abbattimento delle liste d'attesa. Si tratta di un'operazione fattibile, che non esclude la possibilità di bandire, successivamente, i concorsi. Una cosa non esclude l'altra, anche perché il fabbisogno di infermieri è di migliaia di unità e con questi 800 si porrebbe solo un tampone. Ma questo personale sarebbe immediatamente disponibile e riuscirebbe a garantire l'assistenza sanitaria negli ospedali con l'avvicinarsi dell'estate, quando la situazione già complicata dell'organico diventa davvero difficile da gestire. Peraltro otterremo il risultato - conclude - di far ricongiungere le famiglie, dal momento che molti di questi infermieri lavorano fuori ma hanno la famiglia qui".
  • Sanità
  • Ruggiero Mennea
Altri contenuti a tema
Conca (M5S): «Aboliamo le commissioni invalidità» Conca (M5S): «Aboliamo le commissioni invalidità» Un meccanismo che costa ogni anno 30 milioni di euro alla Regione
Pioggia di assunzioni in sanità: previsti 2500 OSS e duemila tra medici e infermieri Pioggia di assunzioni in sanità: previsti 2500 OSS e duemila tra medici e infermieri Il primo concorso unico regionale da bandire sarà quello per l'assunzione infermieri
Operatori socio sanitari: «Istituire l’elenco regionale professionale e degli enti di formazione accreditati» Operatori socio sanitari: «Istituire l’elenco regionale professionale e degli enti di formazione accreditati» Primo firmatario della proposta di legge è il consigliere regionale Mario Conca
Ospedale, Gemmato è furioso: "Carta di Ruvo solo una sceneggiata" Ospedale, Gemmato è furioso: "Carta di Ruvo solo una sceneggiata" Il duro attacco del sindaco di Terlizzi sul riordino ospedaliero
Ufficiale: l'Umberto I di Corato è ospedale di primo livello Ufficiale: l'Umberto I di Corato è ospedale di primo livello Approvato dalla giunta regionale il piano di riordino
Esami a pagamento per l'ipertensione, la protesta del M5S Esami a pagamento per l'ipertensione, la protesta del M5S Conca: «La prevenzione per Emiliano è importante solo in conferenza stampa»
Medici ospedalieri, Suriano. “Senza contratto di lavoro, la CIMO ricorre alla Corte Europea” Medici ospedalieri, Suriano. “Senza contratto di lavoro, la CIMO ricorre alla Corte Europea” In Puglia la carenza di medici nelle strutture pubbliche non è più tollerabile, sottolinea vice Segretario Organizzativo CIMO Nazionale
Terzo settore, Mennea: “Se il Governo tassa i volontari, noi stanzieremo fondi per agevolarli” Terzo settore, Mennea: “Se il Governo tassa i volontari, noi stanzieremo fondi per agevolarli” "Sarà compito della regione Puglia prevedere nel prossimo bilancio dei fondi per agevolare le associazioni di volontariato
© 2016-2019 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.