Tribunale
Tribunale
Cronaca

Inchiesta toghe sporche, Savasta ammette: «Chiesi denaro a Tarantini»

I soldi per archiviare una indagine artatamente allestita

Nuovi importanti particolari emergono in merito all'inchiesta su presunte inchieste pilotate in cambio di favori che vede tra i principali protagonisti i magistrati Antonio Savasta e Michele Nardi e il sovrintendente di polizia Vincenzo Di Chiaro.

Nel corso dell'incidente probatorio dinanzi al gip di Lecce, stando a quanto riportato da alcune testate nazionali, l'ex magistrato Antonio Savasta avrebbe ammesso di aver richiesto 300mila euro all'imprenditore di Corato Tarantini per archiviare una indagine allestita artatamente.

Savasta, inoltre, avrebbe detto di essere stato indotto dal collega Nardi ad atti di corruzione.

Ieri, per la prima volta, Nardi e Savasta si sono ritrovati l'uno di fronte all'altro. Savasta, stando a quanto riferito dal quotidiano La Repubblica, avrebbe confermato il pagamento di mazzette da parte di D'Introno e Tarantini a Nardi. Savasta avrebbe consegnato a Tarantini la busta con la richiesta del denaro.

Anche il sovrintendente Di Chiaro avrebbe ammesso le proprie responsabilità ma avrebbe respinto l'accusa di aver ricevuto denaro. Avrebbe falsificato atti e firme al solo fine di ricevere alcune informazioni.

Intanto il gip ha accolto la richiesta di proroga delle indagini e disposto la custodia cautelare per i tre indagati per ulteriori tre mesi.
  • Procura della Repubblica
Altri contenuti a tema
Morì rifiutando il sangue, il marito: «Riaprite le indagini sulla morte di Maria» Morì rifiutando il sangue, il marito: «Riaprite le indagini sulla morte di Maria» Per il gip il caso è archiviato ma Salvatore Cialdella non si rassegna
Csm condanna la PM dell'inchiesta sullo scontro dei treni: «Doveva astenersi, conosceva l'avvocato» Csm condanna la PM dell'inchiesta sullo scontro dei treni: «Doveva astenersi, conosceva l'avvocato» Confermata la censura per la dott.ssa Simona Merra
Inchiesta toghe sporche, accuse anche per il magistrato Scimé Inchiesta toghe sporche, accuse anche per il magistrato Scimé Lo riferisce l'Ansa: avrebbe preso 75mila euro
Inchiesta toghe sporche, i Ferri accusano i magistrati Inchiesta toghe sporche, i Ferri accusano i magistrati Due dei fratelli Ferri ascoltati dai Carabinieri
Sentenze pilotate, sei condanne Sentenze pilotate, sei condanne I fatti risalgono agli anni 2008 - 2010
Corruzione tra giudici, Casillo: «Pagai per essere libero» Corruzione tra giudici, Casillo: «Pagai per essere libero» L'imprenditore di Corato rivela nuovi elementi contro i giudici che fecero arrestare la sua famiglia
Corruzione tra i giudici, Savasta chiede di lasciare la magistratura Corruzione tra i giudici, Savasta chiede di lasciare la magistratura Nel registro degli indagati spunta il nome del magistrato Luigi Scimè
Antonino Di Maio riconfermato alla guida della Procura di Trani Antonino Di Maio riconfermato alla guida della Procura di Trani Eletto dalla maggioranza del Csm, batte il suo rivale Renato Nitti
© 2016-2019 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.