Protesta partite Iva
Protesta partite Iva
Vita di Città

La protesta delle Partite Iva: «Lunedì apriremo le serrande. Non siamo morti»

Questa mattina manifestazione davanti a Palazzo di Città. Il sostegno delle istituzioni

Si sentono abbandonati dalle istituzioni, traditi da uno Stato che chiede loro sacrifici e che non è disponibile a fare la sua parte, sollevandoli dal peso delle tasse. Chiedono di tornare a lavorare, di alzare le serrande per sbarcare il lunario, sempre garantendo la sicurezza. Sono le partite iva di Corato, scese questa mattina in piazza, davanti al Palazzo di Città per manifestare il proprio malcontento. Una protesta in linea con molte altre che in questi giorni stanno interessando tante parti dell'Italia.

Una protesta silenziosa, civile, fatta di simboli e cartelli. La Bandiera dell'Italia accanto a delle sedie incatenate, simbolo del diritto al lavoro bloccato dalle istituzioni. L'emergenza sanitaria c'è e si vede ma per le partite iva i provvedimenti presi dal governo centrale non soltanto non sono efficaci ad arginare il pericolo ma mettono a serio rischio la tenuta economica di tantissime categorie produttive. Lunedì la protesta continuerà con le serrande delle attività alzate, segno di un mondo, quello del commercio, che non vuole morire.

Una manifestazione che ha raccolto anche la solidarietà dei rappresentanti istituzionali cittadini. Il sindaco Corrado De Benedittis ha ascoltato la voce dei manifestanti garantendo di essere portavoce, presso i rappresentanti istituzionali a livelli più alti del disagio della categoria. In discussione anche la richiesta di alcuni esercenti di sollevare chi non ha potuto lavorare dal pagamento dei tributi comunali.

Ed anche la senatrice del Movimento Cinque Stelle Bruna Piarulli ha portato parole di vicinanza alle categorie presenti in piazza prendendo l'impegno a portare a Palazzo Madama e all'attenzione del Governo tutte quelle istanze che provengono dal basso, la voce di chi non si sente tutelato né tanto meno ascoltato dalle istituzioni centrali.
25 fotoProtesta delle Partite Iva
IMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WA
  • Emergenza Coronavirus
Altri contenuti a tema
Covid, la domenica in Puglia lascia ben sperare: 247 nuovi positivi su 4700 tamponi Covid, la domenica in Puglia lascia ben sperare: 247 nuovi positivi su 4700 tamponi Si contano 25 morti, in prevalenza nel tarantino
Puglia verso la zona gialla a partire da lunedì Puglia verso la zona gialla a partire da lunedì Il calo dei contagi e la diminuzione dei ricoveri lascia ben sperare. Attesa l'ufficialità
Restrizioni Covid, Gesualdo: «Peso psicologico diventa principale causa di stress» Restrizioni Covid, Gesualdo: «Peso psicologico diventa principale causa di stress» Il presidente dell’Ordine degli Psicologi di Puglia Vincenzo Gesualdo lancia un monito: «Servono aiuti concreti da politica e istituzioni»
In arrivo l'Avviso Start 2021 per i lavoratori dello spettacolo In arrivo l'Avviso Start 2021 per i lavoratori dello spettacolo Leo e Bray: «Contributo regionale una tantum di 2mila euro a chi non abbia ricevuto ristori dallo Stato»
Emiliano alimenta la speranza: "Forse da lunedì arancioni" Emiliano alimenta la speranza: "Forse da lunedì arancioni" "Siamo in zona rossa per i pranzi di Pasqua" ha detto il Governatore
Emiliano scrive a Speranza: «Fateci riaprire i negozi» Emiliano scrive a Speranza: «Fateci riaprire i negozi» L'appello del governatore al ministro della salute
La Puglia rimane rossa sino al 30 aprile La Puglia rimane rossa sino al 30 aprile La conferma del Ministro Speranza. FDI: «La gestione dell'emergenza sia commissariata»
Covid, in Puglia contagi in calo ma troppi ricoveri: si va verso la riconferma della zona rossa Covid, in Puglia contagi in calo ma troppi ricoveri: si va verso la riconferma della zona rossa Oggi arriverà la decisione del ministro Speranza
© 2016-2021 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.