DSC JPG
DSC JPG
Scuola e Lavoro

La VII edizione di Progetto Media non ci sarà

Dura la decisione degli organizzatori alla luce del feedback negativo all'evento inaugurale

Dopo sei anni di attività, il Progetto Media subisce una battuta d'arresto.

Tale iniziativa, voluta dalla onlus Salute e Sicurezza, rivolta agli studenti delle scuole di Prima Media delle quattro scuole del Comune di Corato, con l'obiettivo di porre l'attenzione sia sui comportamenti a rischio sulla salute, negli anni si è dimostrata un vero e proprio protocollo collaudato proponendo di essere anche quest'anno un'esperienza didattica di elevato spessore in grado di coinvolgere la sensibilità dei docenti, la partecipazione degli alunni e l'interesse dei genitori, quest'anno non partirà.

Quest'anno Progetto Media si accingeva a vivere la sua VII edizione, nutrito da un forte entusiasmo e sostegno da parte di coloro che hanno voluto fortemente continuare con quest'esperienza, visto gli esiti positivi rilevati negli anni.

Il progetto portato avanti in sinergia con l'U.O. di Cardiologia dell'Ospedale Umberto I di Corato diretta dal Dott. Claudio Paolillo, dall'U.O. di Pediatria, diretta dal Dott. Felice Spadavecchia, con il Dott. Vincenzo Tota, Pediatra, con la collaborazione dell'ortottico Dott. Simone Loiodice, di Granoro e della famiglia Mastromauro, quest'anno non partirà.

A comunicarlo è proprio il Dott. Claudio Paolillo di comune accordo con Roberto Mazzilli presidente dell'associacione Salute e Sicurezza Onlus.

Il motivo? All'evento previsto per venerdì 27 ottobre presso il chiostro di Palazzo Gioia, momento illustrativo del programma annuale previsto nel progetto, si è registrata una significativa assenza da parte delle famiglie dei ragazzi destinatari del progetto, nonché dei dirigenti scolastici.

Ciò di fatto ha costretto ad un ripensamento sul prosieguo dei lavori. Gli organizzatori infatti, visto il feedback negativo, hanno pensato di interrompere questa iniziativa a meno che entro il mese di novembre non vengano avanzate richieste da parte della comunità scolastica.

Forte dunque il rammarico e l'amarezza che hanno portato alla maturazione di una decisione tanto drastica quanto comprensibile.

Di sicuro non era ipotizzabile una situazione del genere, dopo sei anni in cui il progetto ha dato risultati positivi ricevendo numerosi apprezzamenti.

Significativo è l'invito a non abbattersi e a continuare con il lavoro svolto finora, del prof. Francesco Catalano dirigente dell'istituto comprensivo Tattoli – De Gasperi, rivolto agli organizzatori di Progetto Media: "Si tratta di un'iniziativa troppo importante a cui teniamo moltissimo" ha detto il dirigente suggerendo di valutare bene il da farsi.
  • Progetto Media
Altri contenuti a tema
Si conclude l'VIII edizione del Progetto Media, domani la presentazione dei risultati Si conclude l'VIII edizione del Progetto Media, domani la presentazione dei risultati Nel Progetto sono stati coinvolti gli studenti di prima media
Progetto Media, domani la donazione di due elettrocardiografi portatili Progetto Media, domani la donazione di due elettrocardiografi portatili Al via l'VIII edizione del progetto rivolto agli studenti
Progetto Media: impresa, associazioni e istituzioni insieme per la salute Progetto Media: impresa, associazioni e istituzioni insieme per la salute Presentati questa mattina i risultati del progetto
Progetto Media, si conclude domani la settima edizione Progetto Media, si conclude domani la settima edizione Saranno illustrati i dati del protocollo
Progetto Media, si parte dalla De Gasperi Progetto Media, si parte dalla De Gasperi Il 15 novembre è la data di avvio del progetto. Scongiurata la sospensione
Progetto Media, parola d'ordine: Prevenzione Progetto Media, parola d'ordine: Prevenzione Venerdì la presentazione del progetto voluto da Salute e Sicurezza e Granoro
Vedere bene aiuta ad apprendere e a lavorare bene Vedere bene aiuta ad apprendere e a lavorare bene L'analisi dei risultati degli screening del Progetto Media curati dal dott. Simone Loiodice
Progetto Media, la prevenzione è la migliore cura Progetto Media, la prevenzione è la migliore cura Ieri la conclusione del progetto che ha coinvolto i ragazzi delle scuole medie cittadine
© 2016-2019 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.