Mons. Leonardo D'Ascenzo
Mons. Leonardo D'Ascenzo
Religione

Mons. D'Ascenzo ad un anno dalla sua ordinazione: «Ci saranno cambiamenti a diversi livelli»

L'intervista all'Arcivescovo della diocesi di Trani - Barletta - Bisceglie

A un anno dalla sua ordinazione episcopale, monsignor Leonardo d'Ascenzo ha voluto tracciare un bilancio del cammino svolto finora nella diocesi di Barletta-Trani-Bisceglie, in vista della solenne concelebrazione che si svolgerà lunedì in cattedrale.

Era il 14 gennaio 2018, quando l'allora rettore del Pontificio Collegio Leoniano, ricevette l'incarico episcopale nel palazzetto dello sport di Velletri da monsignor Vincenzo Apicella, vescovo della Diocesi di Velletri-Segni. Il motto scelto per il suo ministero fu un passo del Vangelo di Luca: "Messis quidem multa" (Lc 10,2), quello dove Gesù, dice ai suoi discepoli: "La messe è molta, ma gli operai sono pochi. Pregate dunque il padrone della messe perché mandi operai per la sua messe".

«Sono ancora in una "fase di conoscenza" della comunità ecclesiale e credo che ci vorrà ancora del tempo» – ha dichiarato in un incontro con la stampa, fatta riunire in occasione del suo primo anniversario episcopale.

Tanti buoni propositi da condividere con la comunità: per l'arcivescovo le parole d'ordine sono cambiamento e condivisione. «Questo è un cammino da vivere insieme. Cercherò di entrare gradualmente nel cammino di questa chiesa e attuare dei processi così come ci indica Papa Francesco. Essendo una Chiesa in cammino è quindi una Chiesa in continuo cambiamento per adattarsi al progetto di Dio anche in rapporto ai mutamenti della società».

Cambiamenti «non preventivabili – ha specificato D'Ascenzo - e che potranno avvenire a diversi livelli come gli uffici di parroco, di vicario parrocchiale, di direttore, di un ambito particolare della pastorale o altri ambiti che necessitano di un adeguamento. In particolare, le priorità nella chiesa diocesana di Trani, sono la conseguenza delle indicazioni date dal libro sinodale. Innanzitutto, un camminare in comunione, insieme per essere attenti ai bisogni che abbiamo attorno a noi. Una frase che qualche tempo fa dicevo in un'omelia in occasione della festa diocesana è "meglio camminare insieme mettendo in comunione le nostre povertà piuttosto che camminare in modo isolato e individuale in nome delle ricchezze».

Non sono mancate, infine, le sue prime impressioni sulla comunità diocesana: «Ciò che mi ha colpito maggiormente è il tipo di relazione che ho avuto con tutti, mi hanno fatto sentire a casa ancor prima di arrivare».
  • Mons. Leonardo D'Ascenzo
Altri contenuti a tema
L’Arcivescovo incontra la comunità italo-venezuelana di Corato L’Arcivescovo incontra la comunità italo-venezuelana di Corato Domani una celebrazione eucaristica nella parrocchia di San Giuseppe
Un anno fa l'ingresso in diocesi di Mons. D'Ascenzo Un anno fa l'ingresso in diocesi di Mons. D'Ascenzo Fu accolto a Trani in Piazza Madre Teresa di Calcutta
Diocesi in festa per il primo anno di ordinazione episcopale di Mons. D'Ascenzo Diocesi in festa per il primo anno di ordinazione episcopale di Mons. D'Ascenzo Lunedì 14 gennaio celebrazione in cattedrale alle 19.30
Monsignor Leonardo D’Ascenzo a Corato per la ricorrenza della Santa Famiglia Monsignor Leonardo D’Ascenzo a Corato per la ricorrenza della Santa Famiglia Nella Parrocchia di San Gerardo per una celebrazione solenne con e per le famiglie
Un anno fa l'elezione a vescovo di Mons. D'Ascenzo Un anno fa l'elezione a vescovo di Mons. D'Ascenzo Arrivò nella nostra diocesi il 28 gennaio 2018
52^ Giornata mondiale delle comunicazioni sociali, il messaggio di mons. D'ascenzo 52^ Giornata mondiale delle comunicazioni sociali, il messaggio di mons. D'ascenzo L'invito del nostro arcivescovo a combattere la logica della disinformazione
L'Università della Terza Età incontra Mons. D'Ascenzo L'Università della Terza Età incontra Mons. D'Ascenzo L'iniziativa si terrà a Trani
Aperto il giubileo Parrocchiale, il vescovo oltrepassa la Porta Santa di San Domenico Aperto il giubileo Parrocchiale, il vescovo oltrepassa la Porta Santa di San Domenico Evento straordinario in occasione del V Centenario della presenza dei domenicani nella città di Corato
© 2016-2019 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.