Raccolta funghi
Raccolta funghi
Ambiente

Raccolta funghi, occhio alle prescrizioni

Sono autorizzati alla raccolta solo coloro che hanno conseguito l'idoneità

Novembre, periodo di raccolta dei funghi spontanei. Sono in tanti coloro che approfittano del tempo libero e del fine settimana per recarsi nel territorio delle murge in cerca dei prelibati funghi. Non tutti i funghi sono però commestibili. Alcuni di essi sono altamente velenosi e molto pericolosi per la salute dell'uomo. La raccolta "fai da te" può presentare, dunque, delle insidie e per questo da alcuni anni per le attività micologiche occorre frequentare un corso e conseguire l'autorizzazione a raccogliere.

Da alcuni giorni i volontari delle Guardie Ambientali d'Italia stanno effettuando monitoraggi. Si controlla che siano rispettate le normative in base alla raccolta dei funghi, oltre al possesso del tesserino e permesso di raccolta, nonché l'uso del paniere idoneo al rilascio delle spore sul terreno.
«La nostra opera innanzitutto mira a sensibilizzare gli utenti che si apprestano a raccogliere le specie micologiche presenti, oltre a far rispettare le norme previste per il bene del territorio murgiano» fanno sapere i volontari.

COME OTTENERE IL TESSERINO

Chiunque voglia raccogliere funghi epigei freschi, per passione o per lavoro, deve chiedere un permesso al Comune di residenza. Il permesso può essere richiesto solo dopo aver frequentato un corso, e quindi conseguito l'attestato di idoneità, presso la ASL di appartenenza.
La persona interessata deve frequentare un corso presso la ASL di appartenenza o presso un'associazione micologica e conseguire il relativo attestato di idoneità.
Una volta ottenuto l'attestato di idoneità, la persona interessata deve richiedere il permesso di raccolta al Comune tramite istanza in bollo.
  • Guardie Ambientali d'Italia
Altri contenuti a tema
Ladri di olive messi in fuga da Polizia Locale e Gadit Ladri di olive messi in fuga da Polizia Locale e Gadit Circa un quintale la refurtiva recuperata
Pellegrini dal Belgio sulle tracce di Luisa Piccarreta Pellegrini dal Belgio sulle tracce di Luisa Piccarreta Scortati dalle Guardie Ambientali d'Italia hanno raggiunto Torre Disperata
Il Gen. Giuseppe Giove in visita nella sede delle GADIT Il Gen. Giuseppe Giove in visita nella sede delle GADIT Il militare è stato omaggiato di un attestato di onore
La Protezione Civile premia il volontariato delle GADIT La Protezione Civile premia il volontariato delle GADIT Un encomio dalle mani di Ruggiero Mennea "per la sensibilità e il senso civico"
Ancora auto cannibalizzate rinvenute sulla Murgia Ancora auto cannibalizzate rinvenute sulla Murgia Il ritrovamento nelle campagne tra Corato e Andria
Rifiuti abbandonati sulla provinciale 238 Rifiuti abbandonati sulla provinciale 238 La spazzatura è stata rimossa su indicazione delle GADIT
Da Rapolla a Corato, la storia a lieto fine di un'auto rubata Da Rapolla a Corato, la storia a lieto fine di un'auto rubata È stata consegnata ai legittimi proprietari
Decine di litri di oli esausti abbandonati in campagna Decine di litri di oli esausti abbandonati in campagna Il rinvenimento da parte delle Guardie Ambientali d'Italia
© 2016-2019 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.