Piazza Principessa Margherita
Piazza Principessa Margherita
Cronaca

Sangue in piazza Principessa Margherita, donna ferita

Gli esercenti della zona: «Noi abbandonati»

Elezioni Amministrative 2020
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
Elezioni Regionali 2020
Piazza Principessa Margherita si è macchiata di sangue ieri sera, mentre decine di avventori erano seduti per gustare qualche bevanda o per cenare negli esercizi commerciali della zona.

Alcune persone, probabilmente quattro, che si trovavano nei paraggi della piazza, probabilmente in preda ai fumi dell'alcol, poco prima della mezzanotte hanno dato vita ad una discussione sfociata in un atto di violenza.

Stando a quanto riferito da alcuni testimoni, a seguito del diverbio uno di essi avrebbe utilizzato una bottiglia rotta per ferire una donna ad un braccio.

Una ferita molto profonda dalla quale - come si può vedere nelle immagini - sgorgava sangue in maniera copiosa.

Vista la gravità dell'accaduto, chi si trovava nella piazza in quel momento ha allertato il numero di emergenza delle Forze dell'Ordine.

È bene precisare che l'episodio di violenza non si è verificato all'interno di nessuna delle attività commerciali.

«È stato difficoltoso mettersi in contatto con Polizia e Carabinieri: nessuno poteva venirci in soccorso. Abbiamo dovuto chiamare il servizio di vigilanza giurata della Metronotte al quale ci affidiamo per la sicurezza della nostra attività. In pochissimi minuti è giunta sul posto un'auto. A stretto giro è arrivata un'altra pattuglia. Abbiamo anche chiamato i soccorsi per la donna ferita e in poco tempo è arrivata l'ambulanza» ci riferiscono gli esercenti della zona.

«A chi avremmo dovuto chiedere aiuto se non avessimo avuto un contratto privato con la vigilanza?» lamentano gli esercenti. Stando a quanto riferito, la pattuglia dei Carabinieri è giunta da Trani molto dopo l'accaduto. I momenti di concitazione non sono stati circoscritti a pochi minuti e tutti gli avventori degli esercizi commerciali sono rimasti terrorizzati dal clima pericoloso venutosi a creare.

Un episodio che nuovamente fa riflettere sulla necessità di avere un presidio di sicurezza nella nostra città anche nelle ore notturne, a tutela dei cittadini, degli avventori ed efficace metodo di contrasto e prevenzione di episodi criminosi.
  • Aggressione
Altri contenuti a tema
Botte all'ispettore della pay tv mentre guardano la partita in un circolo Botte all'ispettore della pay tv mentre guardano la partita in un circolo Tre persone ai domiciliari. Brutta avventura per un coratino a Lecce
Violento litigio in abitazione, ferite due persone Violento litigio in abitazione, ferite due persone La lite sarebbe scaturita in ambito familiare
Quattordicenne di Corato aggredito allo stadio perché tifava Inter Quattordicenne di Corato aggredito allo stadio perché tifava Inter Individuati i presunti aggressori. Indaga la digos di Lecce
Criminalità a Corato, minorenne blocca scippatore Criminalità a Corato, minorenne blocca scippatore Il furto ai danni di una anziana sventato da un 12enne
Sicurezza in città: De Benedittis chiede tavolo per l'ordine, la Lega scende in piazza Sicurezza in città: De Benedittis chiede tavolo per l'ordine, la Lega scende in piazza La reazione di alcuni gruppi politici ai recenti casi di cronaca
«Anche io aggredito dal branco. Salvo perché sono riuscito a difendermi» «Anche io aggredito dal branco. Salvo perché sono riuscito a difendermi» La testimonianza di un nostro lettore. «La situazione sta sfuggendo di mano»
Aggredito dal branco, questa volta la vittima è un anziano Aggredito dal branco, questa volta la vittima è un anziano Continua la scia di violenza
Anziana aggredita da giovanissimi. In città è escalation di violenza Anziana aggredita da giovanissimi. In città è escalation di violenza Ennesimo episodio di brutalità. È il momento di reagire
© 2016-2020 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.