Ramoscello di ulivo
Ramoscello di ulivo
Territorio

Xylella, individuato focolaio a Canosa. Spagnoletti Zeuli: «La Regione non perda tempo»

Il presidente Restart esprime preoccupazione ma evita allarmismi

Un nuovo focolaio di Xylella fastidiosa è stato purtroppo scoperto a Canosa di Puglia. È il primo rilevamento sul territorio a nord di Bari. Quanto riscontrato non è certo confortante per gli operatori del comparto agricolo del territorio, in particolare per gli imprenditori olivicoli.

Sul sito istituzionale emergenza Xylella è stata pubblicata la determinazione n° 179 del 14 Dicembre con l'aggiornamento delle aree delimitate alla Xylella fastidiosa Pausa ST53. Il focolaio in agro di Canosa è costituito da 8 campioni pool (campioni multipli) di piante di Dodonaea viscosa "purpurea" distribuite in due siti, raccolti in un "centro produttivo", distanti tra loro circa 500 metri e anch'esse infette da Xylella della sottospecie Pauca.

«Non è il caso di allarmarsi, ma c'è da essere seriamente preoccupati: la Xylella al momento è presente in un vivaio di Canosa, e non in un oliveto, per questo motivo si può circoscrivere subito questo focolaio». Lo ha affermato Onofrio Spagnoletti Zeuli, mprenditore agricolo e portavoce dell'associazione Restart, realtà che racchiude le maggiori aziende olivicole pugliesi nata dall'esperienza dei gilet arancioni dell'agricoltura del 2019.

«Occorre immediatamente chiudere la struttura e distruggere tutte le piante, ricostruendo la tracciabilità dei prodotti in ingresso e in uscita, e prevedendo naturalmente un giusto ristoro per il vivaio stesso» ha aggiunto in modo perentorio.

«La Regione Puglia non perda nemmeno un secondo di tempo: non possiamo mettere a repentaglio il polmone olivicolo italiano rappresentato dalle province di Bari e Bat, occorre dare sicurezza e certezza per il futuro delle imprese» ha tagliato corto Spagnoletti Zeuli.
  • Agricoltura
Altri contenuti a tema
Gelate notturne in Puglia, gravi danni e raccolti compromessi Gelate notturne in Puglia, gravi danni e raccolti compromessi Il monitoraggio di Cia Puglia e Coldiretti e la richiesta di interventi regionali per lo stato di calamità naturale
Nessun sostegno per i braccianti, manifestazione davanti alla Prefettura Nessun sostegno per i braccianti, manifestazione davanti alla Prefettura Sabato 10 aprile la mobilitazione del comparto agricolo
PSR, al via il secondo bando per ristorare masserie e agriturismi PSR, al via il secondo bando per ristorare masserie e agriturismi A disposizione ulteriori 5 milioni
Ok dalla Regione alla bruciatura di stoppie in parchi e aree protette Ok dalla Regione alla bruciatura di stoppie in parchi e aree protette Consentirà di evitare l'uso di antiparassitari chimici che compromettono le colture
Deroga PSR Puglia, dall'Europa: «La Regione risolva suo problema strutturale» Deroga PSR Puglia, dall'Europa: «La Regione risolva suo problema strutturale» Il commissario europeo all’Agricoltura, Janusz Wojciechowski, risponde alla richiesta di deroga dagli europarlamentari De Castro e Fitto 
PSR Puglia, richiesta a Bruxelles deroga dei fondi PSR Puglia, richiesta a Bruxelles deroga dei fondi Si rischia di perdere 200milioni di euro non investiti
Il PSR Puglia tradisce i giovani imprenditori pugliesi Il PSR Puglia tradisce i giovani imprenditori pugliesi Finanziabile solo il 20% delle domande presentate
Al via il censimento dell'agricoltura, coinvolti i Centri di Assistenza Agricola Al via il censimento dell'agricoltura, coinvolti i Centri di Assistenza Agricola Dovrà concludersi entro il 30 giugno 2021
© 2016-2021 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.