Basket corato
Basket corato
Basket

Basket, pazza Corato conquista un 83-86 a Mola

Domina, si butta via, ma alla fine la spunta

Serata da incorniciare per l'Adriatica Industriale Basket Corato, che non lascia scampo a Mola, imponendosi al PalaPinto con il punteggio di 83-86 e portandosi a 4 punti in classifica, al primo posto assieme a Bari, Matteotti, Molfetta e la stessa Mola. Finalmente brilla di luce propria l'asse baltica Bagdonavicius-Bricis (37 punti in due), protagonisti anche Di Diomede e Cioppa, autore della tripla decisiva ad una manciata di secondi dal termine. Una vittoria meritata, ma con una coda degna di un romanzo di Stephen King: a 28" dal termine, Corato era +7, ma un blackout collettivo ha consentito la clamorosa rimonta biancoblu che ha portato la contesa ai supplementari, dove però gli uomini di Cadeo hanno avuto la forza e la freddezza di recuperare mentalmente dall'harakiri e vincere la partita.
Pronti via, match subito dai ritmi altissimi: cinque punti di capitan Bagdonavicius, Idiaru e Di Diomede costringono coach Castellitto a chiamare time-out già dopo 3' di gioco (2-8 il punteggio). La difesa neroverde è un bunker impenetrabile, in attacco funziona tutto alla perfezione e infatti all'uscita dal timeout gli ospiti proseguono nel momento di grazia, allargando ulteriormente la forbice su un Mola in confusione (4-13 a metà quarto). La prima sliding door del match in casa Mola arriva quasi immediatamente: Didonna autore di due falli a stretto giro va quasi subito a sedersi, il suo sostituto Feruglio diventa subito un fattore decisivo con un grandissimo lavoro in post basso, trovando un parziale personale di 0-7 e riaprendo il match (11-16 all'8'). Quando Yabre mette a segno il +7 a 68" dalla prima pausa, 8) il quarto sembra indirizzato, ma come in un inquietante trailer di ciò che vedremo a fine gara, Mola recupera e sorpassa gli ospiti, fino all'incredibile 21-20.
Primo periodo dominato, ma chiuso quasi inspiegabilmente sotto, Corato non si desta e Mola fa 5-0 in un amen rischiando di incanalare il match. Un chirurgico Di Diomede (18 punti) tiene a contatto i suoi con l'ausilio di Yabre (26-27 al 13'). La partita è vibrante e ben giocata ambo le parti, il funambolico Dilascio è un fattore, così come lo è Idiaru dall'altra parte. Le due squadre rispondono colpo su colpo, a Yabre e Idiaru rispondono Feruglio e Preite (33-33 al 26'). Lo stesso capitan Preite spara la bomba del nuovo vantaggio, Corato con un quintetto giovanissimo (Messina, Algie e Ruotolo, 50 anni in tre), contemporaneamente in campo, ben tengono gli avversari, ma la maggiore esperienza dei padroni di casa allarga pericolosamente la forbice (41-33 al 19'). Ultimo minuto del quarto, finalmente favorevole ai colori neroverdi, che riducono il gap: 41-37 al riposo lungo.
Bagdonavicius inaugura il secondo tempo con un pregevole tiro dalla media, ma è puro fuoco di paglia: Dilascio, Mirone e Preite confezionano un parziale di 9-0 che fa tremare Corato (50-39 al 23'). I neroverdi sembrano sulle gambe e fuori dal match e soprattutto continuano a dilapidare una marea di punti dalla lunetta e a collezionare palle perse. Mola va a nozze, ma con i fichi secchi, dato che ha il demerito di non ammazzare il match, così i neroverdi, trascinati dal tandem nordico Benas-Bricis, restituiscono al mittente un parziale di 0-9 e ricuciono lo strappo (50-48 a metà tempo). Dopo il time-out di coach Castellitto, riecco Mola, riecco Feruglio, che assieme a Barnaba riporta a +6 i suoi. Ma Corato c'è, non si scompone e resta lì con la bomba di Idiaru. Ultimo minuto del terzo periodo ancora di marca neroverde: Bricis (18 punti) si mette in proprio siglando un parziale di 0-5 che porta Corato al riposo sul 56-59.
Quarto periodo, l'Adriatica Industriale alza in maniera decisa l'intensità difensiva e davanti trova soluzioni vantaggiose nel pitturato con Di Diomede. Il risultato è lampante sul tabellone del PalaPinto che recita +8 Corato a 6' dal termine (58-66), ma i neroverdi non la chiudono, complici palle perse e imprecisione a cronometro fermo. Trascinati dal solito duo Dilascio-Feruglio, i padroni di casa tornano ad un possesso di distanza dai neroverdi (65-67 al 37'), ma la bomba di Bricis sembra indirizzare definitivamente il match. Preite da una parte, ancora l'ala lettone dall'altra siglano canestri importanti, ma la distanza tra le due squadre non cambia e a 30" dalla fine Corato è +7 (67-74). Partita in ghiaccio? Macché! Dopo il time-out i viaggianti non rientrano praticamente sul parquet e sono protagonisti di un clamoroso harakiri: bomba di Angelini, palla persa, canestro dalla media di Dilascio, 1/2 dalla lunetta per Benas e sul ribaltamento di fronte, Feruglio onfire, segna dai 9 metri il clamoroso buzzer-beater: 75-75, si va all'overtime.
L'inerzia ora è chiaramente nelle mani dei biancoblu e sulla scia del miracolo sportivo appena compiuto si riportano subito avanti con Barnaba. Qui però la squadra di Cadeo ha il merito di non sciogliersi in una situazione psicologica difficilissima e risponde colpo su colpo ai canestri avversari. Lo 0/2 di Benas dalla lunetta sembra il segnale di resa, ma lo stesso lituano si rifà con un gioco da tre punti (79-80 al 43'). La partita non trova ancora un padrone, Feruglio e Bricis realizzano, lo 0/2 di Preite dalla lunetta non demoralizza Mola, che ritrova il vantaggio con Dilascio, ma dall'altra parte Antonio Cioppa firma la tripla dall'angolo che vale l'83-85. Lo stesso play napoletano firma il libero che sigilla il finale: Corato batte Mola 83-86.
Il match di Mola è un perfetto riassunto di pregi e difetti del Basket Corato: quando gioca ai suoi ritmi, sembra una spanna sopra tutti gli avversari, con chiari tratti di dominio sul parquet, ma nel corso dei 40' sono tanti, troppi i "mental breakdown", troppe le pause che rischiano di vanificare tutto l'ottimo lavoro della squadra. I due punti comunque, al netto di tutto, sono preziosissimi, valgono la seconda vittoria di fila e soprattutto danno fiducia ai giovani neroverdi, che sembrano sempre più in palla. E domenica al PalaLosito arriva Monteroni.
  • Basket Corato 2020 -2021
Altri contenuti a tema
Basket serie C Gold, ecco la formula della post season Basket serie C Gold, ecco la formula della post season Quanto stabilito dalla Lega
Basket Corato, la trasferta di Bari chiude il girone d’andata   Basket Corato, la trasferta di Bari chiude il girone d’andata   Una vittoria sarebbe fondamentale per chiudere il girone d’andata in testa alla graduatoria
Basket Corato supera la prova Monteroni Basket Corato supera la prova Monteroni Vittoria sul parquet del PalaLosito
Basket Corato, al Palalosito arriva Monteroni   Basket Corato, al Palalosito arriva Monteroni   Domenica la quinta giornata di Serie C Gold
Basket Corato a Mola a caccia di continuità Basket Corato a Mola a caccia di continuità Domenica si torna in campo fuori casa
La stracittadina si tinge di neroverde, Basket Corato si impone su NMC La stracittadina si tinge di neroverde, Basket Corato si impone su NMC Il primo derby Quattro Torri si conclude con il punteggio di 60-56
Il basket coratino pronto per il derby. Il match in diretta streaming Il basket coratino pronto per il derby. Il match in diretta streaming La Nuova Matteotti Corato in campo contro l'AS Basket Corato per una stracittadina al Palalosito
Basket Corato, ancora una sconfitta Basket Corato, ancora una sconfitta Niente da fare, vince Altamura
© 2016-2021 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.