Antonino Di Maio
Antonino Di Maio
Territorio

Antonino Di Maio riconfermato alla guida della Procura di Trani

Eletto dalla maggioranza del Csm, batte il suo rivale Renato Nitti

Antonino di Maio è stato riconfermato procuratore della Repubblica di Trani, eletto dalla maggioranza (16 voti) dal Consiglio Superiore della Magistratura e battendo il suo rivale Renato Nitti, pm di Bari.

Il cinquanticinquenne di Catania, a ottobre era stato sospeso dal suo incarico perché la sua nomina era affetta da un vizio di legittimità per eccesso di potere. Approvata dunque la proposta di maggioranza della quinta commissione, votata Unicost, dai laici di Lega e Forza Italia e Fulvio Gigliotti del M5S. Per Nitti si sono schierati i togati di Area e il laico grillino Benedetti, mentre si sono astenuti i togati di Ai, il pg di Cassazione Fuzio e l'altro laico M5S Filippo Donati.

La scelta è ricaduta su Di Maio che può vantare una "esperienza più ricca" avendo lavorato in un maggior numero di uffici di Procura.
  • Procura della Repubblica
Altri contenuti a tema
Csm condanna la PM dell'inchiesta sullo scontro dei treni: «Doveva astenersi, conosceva l'avvocato» Csm condanna la PM dell'inchiesta sullo scontro dei treni: «Doveva astenersi, conosceva l'avvocato» Confermata la censura per la dott.ssa Simona Merra
Inchiesta toghe sporche, Savasta ammette: «Chiesi denaro a Tarantini» Inchiesta toghe sporche, Savasta ammette: «Chiesi denaro a Tarantini» I soldi per archiviare una indagine artatamente allestita
Inchiesta toghe sporche, accuse anche per il magistrato Scimé Inchiesta toghe sporche, accuse anche per il magistrato Scimé Lo riferisce l'Ansa: avrebbe preso 75mila euro
Inchiesta toghe sporche, i Ferri accusano i magistrati Inchiesta toghe sporche, i Ferri accusano i magistrati Due dei fratelli Ferri ascoltati dai Carabinieri
Sentenze pilotate, sei condanne Sentenze pilotate, sei condanne I fatti risalgono agli anni 2008 - 2010
Corruzione tra giudici, Casillo: «Pagai per essere libero» Corruzione tra giudici, Casillo: «Pagai per essere libero» L'imprenditore di Corato rivela nuovi elementi contro i giudici che fecero arrestare la sua famiglia
Corruzione tra i giudici, Savasta chiede di lasciare la magistratura Corruzione tra i giudici, Savasta chiede di lasciare la magistratura Nel registro degli indagati spunta il nome del magistrato Luigi Scimè
Inchiesta magistrati, spuntano nuove accuse Inchiesta magistrati, spuntano nuove accuse Aumenta il numero degli indagati. La Gazzetta del Mezzogiorno diffonde nuovi particolari
© 2016-2019 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.