Stefano Allievi
Stefano Allievi
Scuola e Lavoro

Cinque cose da sapere sull'immigrazione

La Lectio magistralis del professor Allievi al liceo classico di Corato

'L'ex marito di mia moglie era arabo. I miei figli non avevano nulla di arabo, se non il suo cognome. Per anni, i compagni di scuola li hanno ricoperti di insulti nonostante vedessero noi genitori, italiani. Un giorno il loro papà ha cambiato cognome: nessuno li ha più chiamati marocchini di merda.''

Si apre così l'incontro con il professor Stefano Allievi, docente di Sociologia presso l'Università degli studi di Padova, tenutosi nell'agorà Felice Tarantini del Liceo Classico Oriani in data 23 novembre.

A dare inizio al meeting, la preside Angela Adduci che si rivolge agli studenti: ''Quella dell'immigrazione è una tematica su cui voi ragazzi dovreste riflettere per non restare inerti dinnanzi a questioni umanitarie, oltre che sociali e politiche''. Di seguito, la parola ad Angela Paganelli nelle veci di Serena Petrone, referente del Presidio del Libro di Corato, e alla professoressa Luisa Mascoli che introduce l'iniziativa di divulgazione del sociologo, presentandone l'ultima pubblicazione Cinque cose che tutti dovremmo sapere sull'immigrazione (Editori Laterza).

Punto di partenza della conversazione è l'analisi dei dati relativi alla diffusione della mobilità a livello europeo mediante flussi transnazionali e bidirezionali, motivo di squilibrio sociale nelle diverse regioni del mondo. In secondo luogo, il fattore demografico per cui l'Europa si configura come uno dei continenti più vecchi a livello anagrafico. Afferma, Allievi, in virtù del rapporto tra immigrazione e calo della popolazione: '' Dire di no oggi agli immigrati che tentano di inserirsi nel mondo del lavoro significa remare contro i giovani perché in futuro saranno soli nel pagare un numero sproporzionato di pensioni''. Per ultimi, i motivi relativi al processo di urbanizzazione e di cambiamento climatico.

In relazione alla problematica dell'accoglienza, tra le ragioni del fallimento della politica italiana, il sociologo annovera il trafficking, la violenza, le barriere, l'irregolarità e la disparità di trattamento. Sostiene, pertanto: ''Stiamo rendendo i migranti il nostro capro espiatorio. Peccato che si tratti di persone e non di animali, a cui attribuiamo la colpa di tutto ciò che non va in Italia''. Quando parla di integrazione, al sociologo piace sottolineare che nella società odierna quest' ultima si traduce in una tendenza al plasmarsi di una ''società caleidoscopica ''.

'' […] Non sempre la diversità fa paura: ad alcuni piace così tanto che se la sposano''. Recitano i ragazzi dell'Oriani a chiusura della manifestazione, citando Allievi in coro, dopo aver reso il dibattito una viva e stimolante occasione per confrontarsi, crescere e superare gli stereotipi di una società timorosa.
  • Liceo Classico Oriani
Altri contenuti a tema
All'Oriani è tempo di Young Day All'Oriani è tempo di Young Day Seconda giornata per la festa della creatività studentesca
‘’Che cos’è l’Illuminismo oggi?’’ ‘’Che cos’è l’Illuminismo oggi?’’ Cinque studenti dell'Oriani vincono il premio speciale al Forum Nazionale della Filosofia
Dedicato a te: il Gruppo Inclusione dell’Oriani-Tandoi va in scena Dedicato a te: il Gruppo Inclusione dell’Oriani-Tandoi va in scena Il sipario si aprirà domani alle ore 18.00
“Dante Pop. Canzoni e cantautori”, Trifone Gargano ospite del Liceo Classico "Oriani" “Dante Pop. Canzoni e cantautori”, Trifone Gargano ospite del Liceo Classico "Oriani" L'iniziativa rientra nel "Maggio dei Libri"
"Leonardo e l'invenzione del corpo", a Corato un convegno a 500 anni dalla morte del genio "Leonardo e l'invenzione del corpo", a Corato un convegno a 500 anni dalla morte del genio Iniziativa del liceo Oriani
La scuola si illumina di blu nella giornata sulla consapevolezza dell'autismo La scuola si illumina di blu nella giornata sulla consapevolezza dell'autismo L'iniziativa è dell'istituto Oriani - Tandoi
L'incontro con Benyamin, un faro sul dramma dei Curdi L'incontro con Benyamin, un faro sul dramma dei Curdi Lo scrittore ospite del liceo Oriani
Gli studenti dell'Oriani al Giffoni Multimedia Valley Gli studenti dell'Oriani al Giffoni Multimedia Valley L'esperienza raccontata dagli studenti
© 2016-2019 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.