Foto. <span>Foto Dal sito ufficiale della Presidenza della Repubblica </span>
Foto. Foto Dal sito ufficiale della Presidenza della Repubblica
Attualità

Disastro ferroviario, Mattarella premia il pompiere che salvò Samuele

Ieri mattina la consegna dell'onorificenza

Salvò il piccolo Samuele dalle lamiere contorte del treno nel disastro ferroviario del 12 luglio tra Andria e Corato.

Un gesto fatto di professionalità ed umanità, scrivono dal Quirinale nella motivazione della onorificenza al Merito della Repubblica Italiana conferita dal presidente, Sergio Mattarella, ad Ottavio Daniello Trerotoli, vigile del fuoco che intervenne nella tragedia.

Uno dei tre pugliesi, tra i 40 "eroi" italiani diventati cavalieri, ufficiali e commendatori, a seconda dei casi.

Donne e uomini esempi di quei valori che lo stesso presidente - come più volte affermato - intende trasmettere, segnando virtuosamente il suo settennato.

Trerotoli mise in salvo il piccolo di soli sei anni, rimasto imprigionato nei rottami all'interno di un vagone. Già qualche giorno dopo la sciagura, il vigile del fuoco disse di aver fatto solo il suo dovere ora condividerà l'onorificenza con tutti i suoi colleghi in particolare quelli che come lui erano accorsi sul posto in un momento tanto difficile.

"Eroi civili", è la definizione utilizzata da Mattarella, quelli del nostro tempo, persone come tante che però si contraddistinguono per essere protagonisti di vicende umane fatte talvolta di lutto e di dolore ma trasformate in solidarietà o in riscatto.

Gli altri due "eroi" pugliesi sono Yvan Sagnet, 31anni del Camerun, con alle spalle un'esperienza da sindacalista nella Flai Cgil Puglia, noto per aver organizzato il primo sciopero dei braccianti stranieri nelle campagne di Nardò nell'estate del 2011 e Monica Priore, campionessa di nuoto di Mesagne, da quando aveva 5 anni convive con il diabete di tipo 1.
  • Disastro Ferroviario
Altri contenuti a tema
Disastro ferroviario Andria Corato: slitta il termine per il deposito delle motivazioni della sentenza Disastro ferroviario Andria Corato: slitta il termine per il deposito delle motivazioni della sentenza Il processo di primo grado a carico di 17 imputati si è concluso il 15 giugno scorso
"Uccisi due volte", non si danno pace i parenti delle vittime del disastro ferroviario "Uccisi due volte", non si danno pace i parenti delle vittime del disastro ferroviario Ieri lo striscione sul luogo della tragedia, a sette anni di distanza
Addio a Dea, cane-eroe che prestò soccorso sui luoghi dei disastri Addio a Dea, cane-eroe che prestò soccorso sui luoghi dei disastri Aiutò i volontari in occasione del disastro ferroviario del 2016
Dal 3 aprile riapre la tratta Andria-Corato, con la nuova fermata Corato Sud Ospedale Dal 3 aprile riapre la tratta Andria-Corato, con la nuova fermata Corato Sud Ospedale La nuova infrastruttura era pronta già dal 2019 ma entrerà in funzione nei prossimi giorni
Strage dei treni sulla linea Corato-Andria, chieste 15 condanne e la revoca della concessione per Ferrotramviaria Strage dei treni sulla linea Corato-Andria, chieste 15 condanne e la revoca della concessione per Ferrotramviaria L'accusa punta ad ottenere pene comprese fra i 6 e i 12 anni di reclusione. Chiesta l'assoluzione per uno degli imputati
Sesto anniversario della strage ferroviaria, le commemorazioni Sesto anniversario della strage ferroviaria, le commemorazioni La comunità si raccoglierà nel ricordo, nella riflessione e nella preghiera
Komorebi, tutto pronto per la sesta edizione. Il programma Komorebi, tutto pronto per la sesta edizione. Il programma L'evento, dedicato alla memoria di Francesco Tedone, si svolgerà dal 9 al 16 luglio
In memoria di Luciano e Francesco, "La Comunità si interroghi sul dolore di chi soffre" In memoria di Luciano e Francesco, "La Comunità si interroghi sul dolore di chi soffre" La celebrazione presieduta da Don Giuseppe Lobascio in suffragio delle vittime del disastro ferroviario
© 2016-2023 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.