Ulivi
Ulivi
Territorio

Emergenza xylella, «Fermarla in Puglia significa salvare il patrimonio italiano»

L'intervento di Unaprol - Consorzio Olivicolo Italiano

Fermare la xylella in Puglia con azioni di contrasto efficaci equivale a tutelare e salvaguardare un patrimonio non solo economico ma anche culturale, storico e paesaggistico nazionale.

È quanto afferma David Granieri, Presidente di Unaprol - Consorzio Olivicolo Italiano, subito dopo il varo del piano di azione 2022 della Regione Puglia per il contrasto al batterio.

Particolarmente rilevante, secondo la più importante organizzazione della produzione italiana, sarà il coinvolgimento degli enti pubblici che dovranno assolutamente vigilare ed effettuare le attività di contenimento sui terreni di propria competenza per evitare che l'insetto vettore possa diffondersi.

Tra le azioni, inoltre, previsto anche l'uso sperimentale dei cani molecolari antixylella, unitamente agli ispettori dell'ufficio fitosanitario della Regione Puglia, in collaborazione con Unaprol, Enci e Cnr, e l'uso di droni per la rilevazione precoce a distanza di xylella.

"Siamo pronti a fare con determinazione la nostra parte, così come sono pronti gli agricoltori, perché difendere gli ulivi significa proteggere l'economia, la storia e il paesaggio - spiega il Presidente di Unaprol, David Granieri -. Chiediamo alla Regione di essere rigorosa nei controlli e nelle sanzioni verso chi non combatte questa battaglia contro la xylella, il contrasto non può essere fatto solo dagli agricoltori ma anche dagli Enti pubblici e privati che gestiscono superfici agricole, le strade e aree demaniali, che spesso invece rimangono abbandonate e ricettacolo di infezione".

"Abbiamo il dovere, adesso più che mai vista l'approvazione della legge sull'oleoturismo, di puntare sul nostro settore per rilanciare il turismo, per questa ragione non possiamo permetterci di lesinare sforzi per fermare il batterio - conclude Granieri -. In questo momento dobbiamo proteggere con grande determinazione la piana degli ulivi monumentali che rappresenta un patrimonio di tutto il nostro Paese, e in tal senso la decisione della Regione di autorizzare gli innesti sulle piante millenarie, con marze di cultivar resistenti prodotte in azienda stessa, rappresenta un importante passo in avanti".
  • Ambiente
Altri contenuti a tema
3 «Quelle infiorescenze sono davvero fastidiose» «Quelle infiorescenze sono davvero fastidiose» La segnalazione di un lettore di CoratoViva
«Quegli spazi di via Nicola Bucci vanno restituiti a un migliore decoro» «Quegli spazi di via Nicola Bucci vanno restituiti a un migliore decoro» Una lettrice si rivolge ai proprietari dei suoli tramite CoratoViva
Puliamo Corato promuove una caccia al tesoro in piazza Almirante Puliamo Corato promuove una caccia al tesoro in piazza Almirante Il gruppo ecologista continua a perseguire attività di promozione e sensibilizzazione all'educazione ambientale
Energia sostenibile e clima, Regione Puglia promuove il nuovo patto dei sindaci Energia sostenibile e clima, Regione Puglia promuove il nuovo patto dei sindaci In campo come ente Coordinatore territoriale. Soddisfazione anche di Legambiente
Esercito, Parco, Comune e cittadini insieme per ripulire la Mediana delle Murge dagli pneumatici Esercito, Parco, Comune e cittadini insieme per ripulire la Mediana delle Murge dagli pneumatici Domani l'iniziativa Alta Murgia Pulita
Cosa succede se le api scompaiono? Le risposte nel saggio di Felice Soldano Cosa succede se le api scompaiono? Le risposte nel saggio di Felice Soldano Incetta di riconoscimenti letterari per l'analisi dell'apicoltore coratino "Demistificazione e utopia"
Che fine hanno fatto le sette colonnine per la ricarica elettrica previste per Corato? Che fine hanno fatto le sette colonnine per la ricarica elettrica previste per Corato? Il progetto del 2017 non ha avuto seguito. La città ne è ancora sprovvista
Rispetto dell'ambiente e della città, i volontari: «Adotteremo Piazza Almirante» Rispetto dell'ambiente e della città, i volontari: «Adotteremo Piazza Almirante» Un gruppo di cittadini spinti dal senso del rispetto per la città e dalla volontà di sensibilizzare alle tematiche ambientali
© 2016-2022 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.