ospedale
ospedale
Scuola e Lavoro

Esame per Operatore socio-sanitario anche per chi non ha finito il tirocinio

Leo: «Doveroso permettere ai giovani di iniziare a lavorare»

È stata pubblicata la determina dirigenziale della sezione Formazione professionale della Regione Puglia che consente di sostenere l'esame finale per la qualifica di operatore socio-sanitario anche a chi non ha completato l'intero percorso formativo.

Su indirizzo dell'assessore all'Istruzione, alla Formazione, al Lavoro della Regione Puglia Sebastiano Leo, i beneficiari dei corsi per i "Percorsi formativi per il conseguimento della qualifica di Operatore Socio Sanitario" potranno essere ammessi agli esami finali, funzionali all'ottenimento dell'attestato di qualifica, qualora abbiano utilmente frequentato almeno 900 ore sulle mille previste. Rimane l'obbligo di completare il percorso formativo per chi non ha ancora raggiunto la soglia di frequenza di 900 ore. Il documento è consultabile sul sito Sistema Puglia, nella sezione "determinazioni".

Per essere ammessi all'esame gli interessati dovranno presentare richiesta scritta volta ad ottenere l'autorizzazione a sostenere l'esame finale. L'autorizzazione è limitata al tempo in cui resteranno valide le restrizioni allo svolgimento delle attività formative nel rispetto delle disposizioni di contrasto al Covid-19.

«Nel momento in cui il Sistema sanitario regionale ha bisogno di operatori socio-sanitari – spiega l'assessore Leo – è doveroso permettere, ai tanti giovani che hanno deciso di dedicare la loro vita all'assistenza dei malati, che giungano a conclusione i corsi finalizzati all'ottenimento di questa qualifica. Non si tratta di uno "sconto", ma della riduzione del monte ore complessivo motivata dalle urgenze sanitarie e dalla consapevolezza che gli aspiranti OSS hanno sulle spalle esperienze lavorative nel campo dell'assistenza. In breve tempo daremo l'opportunità anche ai tirocinanti in attesa di concludere il loro percorso di formazione di riprenderlo. Gli Uffici stanno lavorando a questa problematica e mi auguro che al massimo entro la prossima settimana prossima sia tutto definito. La nostra idea è di autorizzare la ripresa di tutti i tirocini extracurriculari in funzione del ritorno in attività del settore di competenza».
  • Sanità
Altri contenuti a tema
Approvato il primo farmaco per l’Alzheimer. La Puglia nel team di ricerca Approvato il primo farmaco per l’Alzheimer. La Puglia nel team di ricerca Tra i centri sperimentali, l'equipe del Centro Malattie Neurodegenerative di Tricase diretta dal prof. barese Giancarlo Logroscino
Al via dal 1 giugno il progetto Covid@casa per la riabilitazione dei pazienti Covid e post Covid Al via dal 1 giugno il progetto Covid@casa per la riabilitazione dei pazienti Covid e post Covid Saranno assunti 28 fisioterapisti dei 104 previsti dal progetto
Sanità, riprende l'attività ospedaliera ordinaria con recupero liste d’attesa Sanità, riprende l'attività ospedaliera ordinaria con recupero liste d’attesa Montanaro: «Dobbiamo tornare a rispondere al bisogno di salute generale»
La Puglia favorisce la permanenza dei medici specializzati nel servizio sanitario pugliese La Puglia favorisce la permanenza dei medici specializzati nel servizio sanitario pugliese Approvata all'unanimità legge regionale, Caracciolo: «Garantirà miglioramento nel funzionamento del ssl»
Covid, il Governo autorizza le visite nelle Rsa. Ecco come Covid, il Governo autorizza le visite nelle Rsa. Ecco come Il ministro Speranza: «Segnale importante per tutta l'Italia»
Covid, nelle terapie intensive di Puglia meno posti occupati Covid, nelle terapie intensive di Puglia meno posti occupati La percentuale resta superiore al 30% stabilito come soglia critica. I morti sono tanti
Visite straordinarie a pazienti in terapia intensiva, approvata proposta di legge Visite straordinarie a pazienti in terapia intensiva, approvata proposta di legge La discussione in Commissione Sanità della Puglia
Esenzione ticket sanitari, prorogata la validità dei certificati Esenzione ticket sanitari, prorogata la validità dei certificati Con provvedimento di Giunta resteranno validi fino al 30 aprile
© 2016-2021 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.