Olio extravergine di oliva
Olio extravergine di oliva
Attualità

Falso olio d'oliva pugliese, maxi truffe nel commercio on-line

Nel 2020 bloccata la vendita di 177 finti oli pugliesi su differenti piattaforme di e-commerce

Le brutte copie dell'olio pugliese sono alcune delle truffe sulle specialità Made in Italy smascherate nel 2020 sulla piattaforma web di vendite on line di Alibaba. È quanto emerge da una analisi della Coldiretti regionale, divulgata in occasione della multa da 18,2 miliardi di yuan (pari a 2,78 miliardi di dollari) per abuso di posizione dominante annunciata dalle Autorità cinesi nei confronti del gigante dell'e-commerce Alibaba.

Una realtà – sottolinea la Coldiretti - presente anche a livello nazionale nel settore dei prodotti agroalimentari grazie ad una intensa campagna del suo fondatore Jack Ma venuto in Italia nel 2016 al Vinitaly proprio per promuovere le vendite di vino e altre specialità alimentari Made in Italy. Da allora è cresciuta la collaborazione che ha portato proprio il 25 marzo scorso – ricorda la Coldiretti – a rinnovare l'accordo tra il Ministero delle Politiche Agricole, l'Istituto repressione Frodi (ICQRF) e il Gruppo Alibaba per promuovere le eccellenze agroalimentari del nostro Paese e combattere i falsi. Un impegno che – riferisce la Coldiretti - ha permesso lo scorso anno di far rimuovere nell'alimentare ben 24 referenze italiane contraffatte, la cui diffusione è favorita anche dalle difficoltà provocate dalla pandemia Covid. Accanto ad esperienze positive di successo la rete viene usata spesso come porto franco e diviene uno dei canali ideali per la diffusione dell'Italian sounding, ma in vendita su Internet ci sono anche il kit per il vino liofilizzato "Fai da te" con false etichette dei migliori vini Made in Italy.

«Nel 2020 l'ICQRF ha bloccato la vendita di 177 finti oli pugliesi su differenti piattaforme, quali Ebay, Alibaba e Amazon. Le frodi nel settore agroalimentare 'viaggiano' anche sul web con gli 'agropirati' che sfruttano l'Italian sounding di prodotti tutelati da marchi comunitari per vendere finto olio extravergine pugliese, con un danno inestimabile in termini di concorrenza sleale e immagine per l'autentico Made in Puglia», denuncia Savino Muraglia, presidente di Coldiretti Puglia.

La contraffazione, la falsificazione e l'imitazione del Made in Italy alimentare nel mondo – il cosiddetto italian sounding – supera per fatturato i 100 miliardi di euro, con quasi due prodotti apparentemente italiani su tre in vendita sul mercato internazionale, secondo una analisi della Coldiretti.

«Il business dell'Italian sounding fattura nel mondo oltre 100 miliardi di euro e sfrutta anche il web per vendere prodotti che non hanno nulla a che fare con il patrimonio agroalimentare straordinario sotto attacco dell'agropirateria internazionale. Le esportazioni di prodotti agroalimentari tricolori potrebbero triplicare se ci fosse uno stop alla contraffazione alimentare internazionale, quando sono ancora falsi quasi due prodotti alimentari di 'tipo italiano' su tre», aggiunge Muraglia.

Coldiretti ha coniato un neologismo per descrivere il panorama criminale, "agropirateria". «Il fenomeno criminale si sviluppa – conclude il presidente Muraglia - attraverso la vendita, le importazioni, la manipolazione e la trasformazione di prodotti agricoli di dubbia qualità e provenienza che giungono nel nostro Paese e diventano "made in Puglia" e "made in Italy" fregiandosi in modo fraudolento dell'immagine che accompagna, nel mondo, le produzioni del nostro territorio».
  • Coldiretti
  • Olio extravergine di oliva
Altri contenuti a tema
Covid, vaccinazioni per agricoltori e allevatori. Firmato protocollo d'intesa Covid, vaccinazioni per agricoltori e allevatori. Firmato protocollo d'intesa Coldiretti Puglia pronta con Hub territoriali
Festa della Mamma, dall'Azalea AIRC in Piazza C. Battisti ai cuori solidali di Coldiretti Festa della Mamma, dall'Azalea AIRC in Piazza C. Battisti ai cuori solidali di Coldiretti I pugliesi prediligono l'omaggio floreale ma il 19% dei cittadini è pressato dalla crisi da Covid
Settore enologico sotto attacco, Coldiretti: «UE vuole annacquare il vino» Settore enologico sotto attacco, Coldiretti: «UE vuole annacquare il vino» L'allarme di Coldiretti sulle procedure di dealcolazione dei vini che mette a rischio l'identità del prodotto
Al via la raccolta delle ciliegie, Coldiretti: «Produzione in calo e ritardo di 10 giorni» Al via la raccolta delle ciliegie, Coldiretti: «Produzione in calo e ritardo di 10 giorni» Concentrata nella provincia di Bari, la produzione ha subito clima pazzo e gelate
Invasione di olio straniero in Puglia, «È SOS qualità» Invasione di olio straniero in Puglia, «È SOS qualità» Dai dati dell'Ispettorato del Ministero all'analisi di Coldiretti
200mila poveri in Puglia, la stima di Coldiretti: «Necessario sostegno pubblico e solidarietà» 200mila poveri in Puglia, la stima di Coldiretti: «Necessario sostegno pubblico e solidarietà» Importante stanziamento di 500milioni del DL Sostegni per far fronte all'emergenza causata anche dal covid
Primo maggio, in fumo gite e scampagnate. Crack per ristorazione e agriturismo Primo maggio, in fumo gite e scampagnate. Crack per ristorazione e agriturismo Pesanti gli effetti della zona arancione sulle attività economiche
Zona arancione, ancora pesanti ricadute economiche su ristorazione e turismo Zona arancione, ancora pesanti ricadute economiche su ristorazione e turismo La denuncia di Coldiretti
© 2016-2021 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.