Teatro
Teatro
Cultura

"Il Settimo di riposò", il gruppo teatrale del Forum degli Autori di Corato in scena ad Andria

La regia è di Antonio Montrone

Giunge ad Andria, presso l'auditorium "Mons. Di Donna" -in via Saliceti- il gruppo teatrale del Forum degli Autori di Corato, con la collaborazione dell'UNIMRI (Unione Nazionale Insigniti Al Merito della Repubblica Italiana), che porterà in scena la commedia brillante in due atti intitolata "Il Settimo di riposò".
Antonio Montrone, andriese di origine ma trapiantato a Corato, nonché Presidente del Forum coratino, ha firmato la regia della piece teatrale che garantisce novanta minuti di pura comicità, sebbene la trama abbia dei forti contenuti in tema di ferma condanna dell'invidia, della cattiveria e della prevaricazione.

Quantunque il testo, scritto da Samy Fayad, giornalista di origini libanesi ma naturalizzato italiano e innamorato della città di Napoli in cui ha vissuto sino alla sua scomparsa, offra al lettore il sapore dell'allegria e della spensieratezza, esso non è privo di messaggi che, quantunque contenuti nell'ambito di una vicenda che scorre nei tempi dell'immediato dopoguerra, porge alla riflessione dello spettatore alcuni spunti che possono tranquillamente essere rispecchiati nei vizi, nelle abitudini e nelle contraddizioni che si agitano ancora oggi all'interno di normali gruppi familiari che fanno fatica a sbarcare il lunario.

Uno stupido equivoco, uno scambio di indumenti, la dabbenaggine di un giovanotto e l'invasione di un evaso all'interno di una normale famiglia, sebbene turbata da disaccordi e incomprensioni, creano l'atmosfera adatta affinché una comune giornata domenicale si trasformi in un gioco di equivoci, di malintesi e di sotterfugi. Una situazione, insomma, che mette a dura prova il padrone di casa, già turbato dalle intemperanze di una suocera ambigua e opportunista e dalla invidia per un suo dirimpettaio che lo divora e che si ostina a spiare attraverso un cannocchiale.

Come andrà a finire? Per saperlo basterà andare ad assistere allo spettacolo sabato 18 maggio 2019, alle ore 20,30. Divertimento assicurato!
  • Teatro
Altri contenuti a tema
"Il prete della stola e del grembiule", Sebastiano Somma a Corato ricorda Don Tonino Bello "Il prete della stola e del grembiule", Sebastiano Somma a Corato ricorda Don Tonino Bello A teatro uno spettacolo per conoscere il Vescovo che ha accolto i poveri nella sua casa
Più teatro per i giovani, prezzi ridotti anche a Corato Più teatro per i giovani, prezzi ridotti anche a Corato Rafforzata la convenzione tra Teatro Pubblico Pugliese e Adisu Puglia
"Quale droga fa per me?", in scena a Corato "Quale droga fa per me?", in scena a Corato Una conferenza monologo dal testo di Kai Hensel, interpretato da Stella Addario
Gli studenti dell'Oriani portano Aristofane sul palco del Teatro Comunale Gli studenti dell'Oriani portano Aristofane sul palco del Teatro Comunale Dai banchi al palco: la straordinaria avventura degli Orianini
Malore per l'attrice, si ferma lo spettacolo in Teatro Malore per l'attrice, si ferma lo spettacolo in Teatro Era in scena il Maestro e Margherita con Riondino
Operazione trasparenza: Ecco il cartellone della stagione teatrale. Al Comunale anche la PFM Operazione trasparenza: Ecco il cartellone della stagione teatrale. Al Comunale anche la PFM Sull'albo pretorio i dettagli con relativi costi
Chi saranno i protagonisti della prossima stagione teatrale? Chi saranno i protagonisti della prossima stagione teatrale? Mercoledì la presentazione del cartellone
Progetto Nica, uno spettacolo per ricordare Nicoletta Turturo Progetto Nica, uno spettacolo per ricordare Nicoletta Turturo Durante la serata sarà possibile effettuare delle libere donazioni al Progetto "NICA" per fini benefici
© 2016-2019 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.