incidente ferroviario
incidente ferroviario
Cronaca

Incidente ferroviario, il Procuratore Giannella: «Le indagini sono chiuse»

«Obiettivo della Procura tranese è accertare le responsabilità ad alti livelli»

Elezioni Amministrative 2020
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
Elezioni Regionali 2020
Sono in molti ad attendere la conclusione del processo che decreterà le colpe di chi, quel 12 luglio, per un errore mise fine alla vita di 23 passeggeri sulla tratta a binario unico tra Andria e Corato; sono in molti a chiedere giustizia per i familiari, gli amici, i cari persi quel giorno.

Uno o più gli errori commessi, numerosissimi i pezzi messi insieme nel corso delle ricerche portate avanti da Francesco Giannella, il Procuratore aggiunto di Trani che da un anno guida il pool di magistrati nelle indagini sul disastro ferroviario. "Le indagini sono chiuse - afferma Giannella - e presto arriveranno i primi avvisi di garanzia per i due capistazione che diedero il via libera ai convogli. Le nostre indagini stanno andando in profondità e per questo c'è bisogno di aspettare i tempi necessari. Obiettivo della Procura tranese è accertare le responsabilità ad alti livelli, come quelle della società Ferrotramviaria che gestisce il trasporto, per rispondere con sicurezza alla domanda: Chi ha sbagliato? Il lavoro svolto ha messo in luce alcuni inequivocabili aspetti della vicenda, pertanto sono fiducioso", conclude il Procuratore.

"Non vediamo l'ora di leggere i nomi degli imputati, perché di indagati non ne vogliamo più sapere", afferma Daniela Castellano, figlia di Enrico, una delle vittime, la quale parla a nome dell'Associazione strage treni in Puglia (Astip) ricordando quanto sia "importante capire che la sicurezza nei trasporti non è un gioco: le leggi vanno applicate senza se e senza ma".

Oggi a Corato verrà scoperta una targa commemorativa e verrà anche intitolata una piazza per ricordare le vittime dell'incidente, mentre ad Andria, in serata, si terra' una messa in loro suffragio. "Purtroppo - sottolinea Daniela - il Comune di Bari non ha fatto nulla per ricordare le vittime dell'incidente. Al governatore della Puglia, Michele Emiliano, chiediamo che il 12 luglio diventi per sempre la giornata per la sicurezza dei trasporti, affinché tutti ricordino e nessuno debba più morire".
  • Disastro Ferroviario
Altri contenuti a tema
Disastro ferroviario, presentata un'interrogazione parlamentare al Ministro dei Trasporti Disastro ferroviario, presentata un'interrogazione parlamentare al Ministro dei Trasporti Sicurezza, trasparenza e attribuzione delle responsabilità nel testo presentato dopo il minuto di silenzio in memoria delle vittime
Il Senato osserva un minuto di silenzio nel ricordo delle vittime del disastro ferroviario Il Senato osserva un minuto di silenzio nel ricordo delle vittime del disastro ferroviario Piarulli: «Massimo impegno affinché non accada mai più»
Una corona di fiori (a Bari) ricorda le vittime della strage dei treni Una corona di fiori (a Bari) ricorda le vittime della strage dei treni Emiliano: «Abbiamo il desiderio che la verità arrivi attraverso il processo»
Strage dei Treni, il Corpo dei Vigili del Fuoco ricorda l'immane tragedia Strage dei Treni, il Corpo dei Vigili del Fuoco ricorda l'immane tragedia Sui social ufficiali il racconto delle drammatiche ore dei soccorsi
"Siamo accanto alle famiglie nella battaglia per la giustizia e la verità" "Siamo accanto alle famiglie nella battaglia per la giustizia e la verità" La nota del Coordinamento Nazionale dei Docenti della Disciplina dei Diritti umani
Disastro ferroviario del 12 luglio 2016, quattro anni di indelebile memoria Disastro ferroviario del 12 luglio 2016, quattro anni di indelebile memoria Vivo il ricordo dell'incidente costato la vita ai coratini Luciano Caterino e Francesco Ludovico Tedone
12 luglio, Santa Messa in memoria delle vittime del disastro ferroviario 12 luglio, Santa Messa in memoria delle vittime del disastro ferroviario Domenica la commemorazione in Chiesa Matrice. Questa sera Messa con il vescovo ad Andria
Komorebi 2020. La luce di Francesco nel ricordo dei suoi cari Komorebi 2020. La luce di Francesco nel ricordo dei suoi cari Si terrà in forma privata la commemorazione dello studente vittima del disastro ferroviario del 2016
© 2016-2020 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.