Medici Covid
Medici Covid
Attualità

Infermieri e operatori no vax, Regione Puglia chiede gli elenchi alle Asl

Il Governo stabilisce la sospensione non retribuita o lo svolgimento di altri compiti per gli operatori che hanno rifiutato il vaccino

Il dipartimento Salute della Regione Puglia ha chiesto alle Asl, agli Ordini professionali dei medici e degli infermieri di trasmettere le liste degli operatori sanitari in modo tale da ottenere i nominativi di chi ha rifiutato il vaccino anti Covid. Un'azione necessaria per ottemperare a quanto previsto dal comma 3 dell'articolo 4 del decreto legge n.44/2021 del primo aprile scorso.

«Gli Ordini professionali territorialmente competenti – si legge nella circolare firmata dal direttore Montanaro – e tutti i datori di lavoro degli operatori di interesse sanitario che svolgono la loro attività nelle strutture sanitarie, sociosanitarie, socio-assistenziali, pubbliche o private, nelle farmacie, parafarmacie e negli studi professionali devono trasmettere gli elenchi di rispettiva competenza. Gli elenchi trasmessi dovranno contenere tutti i dati richiesti ai fini della gestione degli adempimenti richiesti dalla norma».

«Il decreto stabilisce che gli operatori che non si vaccinano non potranno esercitare la professione e dovranno essere destinati a svolgere altri compiti. Se non ci dovessero essere mansioni alternative, scatterà l'immediata sospensione non retribuita. La sospensione finirà solo una volta effettuata la vaccinazione».

Gli elenchi dovranno essere trasmessi entro il 6 aprile. La società InnovaPuglia spa effettuerà automaticamente la verifica dello stato vaccinale di ciascuno dei soggetti contenuti negli elenchi e produrrà in favore della Sezione Promozione della Salute e del Benessere della Regione Puglia, uno o più fogli elettronici – suddivisi per ASL di residenza del soggetto – criptati e protetti da password con l'elenco dei soggetti che, alla data dell'elaborazione, non risultino aver effettuato la vaccinazione anti SARS-CoV-2.

Tali elenchi saranno resi disponibili dalla Sezione Promozione della Salute e del Benessere, sempre mediante file criptati e protetti da password al direttore sanitario dell'Asl territorialmente competente, in qualità di coordinatore, affinché si attivino le azioni previste.
  • Regione Puglia
  • Vaccino Covid
Altri contenuti a tema
Campagna vaccinale, la Protezione Civile cerca nuovi volontari Campagna vaccinale, la Protezione Civile cerca nuovi volontari Al via il reclutamento di medici, infermieri, assistenti sanitari e altro personale
1 Vaccini, la denuncia della FIALS: «Nell'hub di Corato c'è personale non vaccinato» Vaccini, la denuncia della FIALS: «Nell'hub di Corato c'è personale non vaccinato» Due missive del sindacato indirizzate al direttore generale della ASL
Vaccinazioni anomale, Amati: «Oltre 7000 casi equivoci in Puglia» Vaccinazioni anomale, Amati: «Oltre 7000 casi equivoci in Puglia» La nota del consigliere regionale su presunti furbetti del vaccino
Covid, la Puglia schiera anche gli odontoiatri per la somministrazione dei vaccini Covid, la Puglia schiera anche gli odontoiatri per la somministrazione dei vaccini Siglato l'accordo con gli ordini provinciali
1 Vaccini anticovid, la Asl promette: «Entro fine mese concluderemo le somministrazioni per età 79 -70» Vaccini anticovid, la Asl promette: «Entro fine mese concluderemo le somministrazioni per età 79 -70» Sanguedolce: «Stiamo bruciando le tappe»
Operatori sanitari no vax, Amati: «20mila secondo il Ministero». Chiesta audizione delle Asl Operatori sanitari no vax, Amati: «20mila secondo il Ministero». Chiesta audizione delle Asl Il presidente della Commissione Bilancio: «Se i numeri fossero reali, rimozione dei Direttori generali»
Vaccini, il sindaco scrive a Lopalco e Asl: «Più personale per l'Hub di Corato» Vaccini, il sindaco scrive a Lopalco e Asl: «Più personale per l'Hub di Corato» Una lettera congiunta a firma di De Benedittis e di Chieco, sindaco di Ruvo per l'implementazione del personale operativo
Centro vaccinale di Corato, troppa affluenza. L'Esercito fornirà supporto logistico Centro vaccinale di Corato, troppa affluenza. L'Esercito fornirà supporto logistico Il sindaco: «La situazione si normalizzerà nel pomeriggio»
© 2016-2021 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.