La sede del consiglio regionale
La sede del consiglio regionale
Territorio

Rifiuti radioattivi in Puglia, presto nominata Cabina di Regia regionale

Il no unanime del Consiglio regionale

Il Consiglio Regionale ha approvato in maniera compatta e prescindendo dai diversi credo ed appartenenze partitiche, la mozione urgente proposta dall'Ufficio di Presidenza, firmata e condivisa da tutti i capigruppo, sulla localizzazione del deposito nazionale di stoccaggio per le scorie nucleari.

«Sono soddisfatto, - riferisce Giuseppe Tupputi, consigliere del gruppo 'Con' - di aver assistito ad una unanimità di intenti da parte dell'intera Assise regionale che ha così manifestato la assoluta e profonda contrarietà al nulla osta del Governo, attraverso cui la SOGIN (società pubblica di gestione del nucleare, incaricata allo smantellamento degli impianti nucleari italiani e della gestione e della messa in sicurezza dei rifiuti radioattivi), si attiverebbe per lo stoccaggio in 70 comuni italiani, individuando in Puglia i territori di Gravina di Puglia (Ba), Laterza (Ta) e Altamura (Ba).

Nello specifico con la mozione – continua Tupputi – il Consiglio Regionale impegna la Giunta a partecipare alla consultazione pubblica in corso e a nominare una Cabina di Regia regionale che, insieme ad ANCI, all'Università e alle organizzazioni di categoria, possa dare supporto tecnico, scientifico e giuridico ai comuni interessati dal progetto, affinchè, insieme al personale tecnico della Regione, nei sessanta giorni decorrenti dal 5 gennaio 2021, siano predisposte le osservazioni necessarie da presentare alla Sogin.

Un obiettivo comune nell'interesse dell'intera collettività, che ci vedrà impegnati con atti concreti al fine di scongiurare un'operazione scellerata che impatterebbe in modo devastante sullo sviluppo sostenibile della nostra terra.

Il nostro ruolo di amministratori – conclude il consigliere Tupputi – ci impone il dovere di parlare ed agire in nome dell'intera popolazione pugliese ed è per questo che come gruppo CON, non permetteremo di veder calpestati diritti fondamentali come quello alla salute del territorio e di chi lo abita.

Punto essenziale che suggella la ferma determinazione ad un NO corale e incontrovertibile di cui il governo centrale non potrà non tener conto».
  • Regione Puglia
Altri contenuti a tema
Infermieri e operatori no vax, Regione Puglia chiede gli elenchi alle Asl Infermieri e operatori no vax, Regione Puglia chiede gli elenchi alle Asl Il Governo stabilisce la sospensione non retribuita o lo svolgimento di altri compiti per gli operatori che hanno rifiutato il vaccino
M5S con Emiliano con Rosa Barone, le opposizioni insorgono M5S con Emiliano con Rosa Barone, le opposizioni insorgono Le reazioni alla nomina di Rosa Barone come assessore regionale al Welfare
Regione, il M5S entra in giunta: Rosa Barone assessore al welfare Regione, il M5S entra in giunta: Rosa Barone assessore al welfare Il presidente Emiliano ha firmato la nomina
Puglia in zona gialla, Emiliano: «Non siamo in sicurezza» Puglia in zona gialla, Emiliano: «Non siamo in sicurezza» L'appello del presidente: «Sì a DaD e smart working e non uscire se non per stretta necessità»
Regione, nuove assunzioni nel trienno 2020 - 2022. Presto i bandi Regione, nuove assunzioni nel trienno 2020 - 2022. Presto i bandi L'assessore Stea illustra il provvedimento adottato dalla giunta
La Regione Puglia stanzia un ristoro da 4milioni per gli ambulanti La Regione Puglia stanzia un ristoro da 4milioni per gli ambulanti Capigruppo: «Unanimità sulla proposta per dare ossigeno alle imprese pugliesi»
Covid, Lopalco: «Vaccino in arrivo nei primi giorni di gennaio» Covid, Lopalco: «Vaccino in arrivo nei primi giorni di gennaio» Saranno impiegati 230 operatori per concludere la vaccinazione in 15 giornate lavorative
Custodiamo la Cultura, oltre 2 milioni per operatori dello spettacolo dal vivo Custodiamo la Cultura, oltre 2 milioni per operatori dello spettacolo dal vivo Bray: «Sovvenzioni, pari all’80% dei contributi assegnati nel 2019, per tutelare imprese e lavoro»
© 2016-2021 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.