Ripartiamo dalla Pasta
Ripartiamo dalla Pasta
Attualità

"Ripartiamo dalla pasta", questa mattina la cerimonia di consegna degli attestati

Obiettivo del progetto il reinserimento dei detenuti nella società e nel mondo del lavoro

Si è svolta stamattina, presso il penitenziario maschile di Trani, la cerimonia ufficiale di consegna degli attestati del progetto "Ripartiamo dalla pasta", il percorso di riqualificazione sociale pensato e ideato dall'azienda Granoro con la collaborazione della Factory del Gusto e destinato a dieci detenuti del carcere tranese. Durante la cerimonia sono intervenuti Pino Altomare, direttore del penitenziario maschile in sostituzione alla neo eletta senatrice Angela Bruna Piarulli, l'assessore Denise Di Tullo in rappresentanza della città di Trani, Salvatore Turturo chef e amministratore della Factory Gusto, Arcangela Sigrisi rappresentante della Granoro, lo scrittore e giornalista Lello Gurrado e Clementina Battista del Presidio del Libro di Corato.

Un esperimento sociale, come sottolinea il direttore del penitenziario maschile, che ha l'obiettivo di reintegrare i detenuti nella società e nel mondo del lavoro per donare loro la speranza di costruire il loro futuro e di ricominciare. Il segreto del successo di questo progetto é il connubio perfetto tra la cultura e il mondo dell'imprenditoria, due elementi indispensabili nel percorso di formazione di chi sta attraversando un periodo difficile della propria vita e ha bisogno di un riscatto.

Ad occuparsi della parte pratica del progetto e delle lezioni teoriche è stato Salvatore Turturo, tranese e cuoco della Factory del Gusto (una scuola di cucina con sede a Molfetta). Il cuoco ha trasmesso le sue competenze e la sua passione per i fornelli ai detenuti che hanno avuto la possibilità di conoscere il processo di formazione industriale della pasta secca e di avere anche una formazione specializzata in campo alimentare,utile per entrare in questo settore in pieno sviluppo e con numerose richieste di lavoro.

Durante la cerimonia è stato dedicato anche un momento alla letteratura con Lello Gurrado, l'autore di "Fulmine" ,il libro che i detenuti hanno letto e che racconta la vita di un bambino nato in macchina durante un forte temporale, punto d'inizio di una vita segnata da eventi di esclusione sociale e di razzismo. Lello Gurrado, dopo una vita passata in redazione, si è confrontato anche con i detenuti e le loro storie. Le loro parole spesso dimostrano la preoccupazione per le famiglie fuori dalle mura del carcere, parole di risentimento per una vita che a volte gli ha portati a prendere strade sbagliate per disagi sociali ed economici, mancanza di lavoro e delle istituzioni.

Dopo la consegna degli attestati, i rappresentati della Granoro e della Factory Gusto hanno mostrato la loro disponibilità per nuovi progetti per aiutare i detenuti per la loro nuova vita fuori dal penitenziario.
RipartiamoRipartiamoRipartiamoRipartiamoRipartiamoRipartiamo
  • Granoro
Altri contenuti a tema
Il food mentor Marco Bianchi brand ambassador per Granoro Il food mentor Marco Bianchi brand ambassador per Granoro Marco Bianchi da anni promuove i fattori protettivi della dieta e le regole della buona alimentazione
Barbara Bonansea testimonial per il 2019 di Granoro Barbara Bonansea testimonial per il 2019 di Granoro L'atleta torinese è stata giudicata Miglior giocatrice italiana per la stagione 2016
Bari, una piccola biblioteca per i giovani pazienti del Giovanni XIII Bari, una piccola biblioteca per i giovani pazienti del Giovanni XIII L'iniziativa, partita ad agosto, ieri si è arricchita di una nuova donazione da parte di Granoro
Granoro partner de “I Dialoghi di Trani” Granoro partner de “I Dialoghi di Trani” Torna la prestigiosa rassegna dal 18 al 23 settembre
La linea bio "Senatore Cappelli" di Granoro premiata al Sana di Bologna La linea bio "Senatore Cappelli" di Granoro premiata al Sana di Bologna È stata proclamata vincitrice come miglior prodotto biologico nella categoria “Pasta Secca” la nuova linea del Pastificio Granoro lanciata nello scorso mese di maggio.
Il futuro del grano pugliese e le nuove sfide: se ne parla in una tavola rotonda Il futuro del grano pugliese e le nuove sfide: se ne parla in una tavola rotonda L'incontro è organizzato dal pastificio Granoro
Marina Mastromauro a Taranto: «Tracciabilità di filiera tra alimentazione e benessere» Marina Mastromauro a Taranto: «Tracciabilità di filiera tra alimentazione e benessere» Granoro è stata selezionata come unica azienda nazionale per Apulian Life Style
A Cibus novità e spettacolo con Granoro A Cibus novità e spettacolo con Granoro Il pastificio pugliese, pioniere nella produzione di pasta 100% Made in Puglia, intende investire ancora di più nell’agricoltura italiana
© 2016-2019 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.