Violenza sulle donne
Violenza sulle donne
Politica

Sicurezza in città: De Benedittis chiede tavolo per l'ordine, la Lega scende in piazza

La reazione di alcuni gruppi politici ai recenti casi di cronaca

Gli episodi di violenza accaduti recentemente e che vedono protagonisti dei giovanissimi seminatori di paura nelle strade della città hanno indotto alcuni rappresentanti del mondo politico cittadino a sollecitare interventi istituzionali o a scendere in piazza.

Nei giorni scorsi Corrado De Benedittis, a nome dei gruppi politici che aderiscono al progetto CAP70033, ha sottoscritto una richiesta rivolta al commissario prefettizio per sollecitarlo a convocare, con urgenza, un tavolo per l'ordine e la sicurezza pubblica e a favorire «un sensibile rinforzo delle politiche sociali orientate al monitoraggio delle forme di marginalità e devianza sociale, che spesso riguardano ragazzi giovanissimi, in funzione del recupero e della inclusione».

«I recenti e ripetuti episodi di atti di bullismo e di violenza gratuita ai danni di ragazzi e di anziani impongono di tenere alta l'attenzione sia sul piano del presidio del territorio, a tutela dell' incolumità pubblica, che su quello della prevenzione, nella consapevolezza che la sicurezza è un valore imprescindibile per una pacifica e serena convivenza civile» è il commento dei promotori dell'iniziativa.

Anche per la Lega gli episodi di violenza e brutalità degli ultimi giorni rappresentano un campanello di allarme. Per questo gli aderenti al partito hanno scelto di allestire un gazebo, nella mattinata di sabato nei pressi del mercato, per raccogliere le opinioni della gente. È prevista la partecipazione del deputato Rossano Sasso.

«Ormai c'è un crescendo di criminalità e micro criminalità sempre più dilagante – ha detto Luigi Menduni, segretario cittadino della Lega a Corato – Uno stato delle cose insopportabile che potrebbe essere cambiato iniziando da piccoli interventi che renderebbero i nostri quartieri più sicuri e vivibili come il potenziamento degli impianti di illuminazione, un adeguato sistema di videosorveglianza e la presenza delle Forze dell'Ordine a presidio delle zone maggiormente sensibili. Non si tratta di misure straordinarie ma di attività ordinarie che potrebbero essere realizzate, per esempio, avvalendosi di collaborazioni con gli istituti di vigilanza privata del territorio. Noi iniziamo a scendere in campo e ad ascoltare la voce dei cittadini. Li sottoporremo a un questionario molto semplice con poche ma decisive domande, fiduciosi che, insieme, si possano ancora cambiare le cose».
  • Aggressione
Altri contenuti a tema
Accoltellamento in piazza Venezuela: sono liberi i presunti responsabili Accoltellamento in piazza Venezuela: sono liberi i presunti responsabili Per loro una denuncia in stato di libertà
Due aggressioni in poche ore, ancora violenza in Piazza Venezuela Due aggressioni in poche ore, ancora violenza in Piazza Venezuela Accoltellato un uomo, è in ospedale
Tensione in Piazza Venezuela, volano botte Tensione in Piazza Venezuela, volano botte Sul posto forze dell'ordine per sedare una violenta rissa
Botte all'ispettore della pay tv mentre guardano la partita in un circolo Botte all'ispettore della pay tv mentre guardano la partita in un circolo Tre persone ai domiciliari. Brutta avventura per un coratino a Lecce
Violento litigio in abitazione, ferite due persone Violento litigio in abitazione, ferite due persone La lite sarebbe scaturita in ambito familiare
Quattordicenne di Corato aggredito allo stadio perché tifava Inter Quattordicenne di Corato aggredito allo stadio perché tifava Inter Individuati i presunti aggressori. Indaga la digos di Lecce
Criminalità a Corato, minorenne blocca scippatore Criminalità a Corato, minorenne blocca scippatore Il furto ai danni di una anziana sventato da un 12enne
«Anche io aggredito dal branco. Salvo perché sono riuscito a difendermi» «Anche io aggredito dal branco. Salvo perché sono riuscito a difendermi» La testimonianza di un nostro lettore. «La situazione sta sfuggendo di mano»
© 2016-2021 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.