vaccini
vaccini
Attualità

Vaccino, a Pasqua vaccinati oltre 5000 caregiver e familiari di persone con disabilità

Al via anche la campagna vaccinale per i pazienti onco-ematologici

Grande partecipazione alla prima giornata di vaccinazioni dedicata a caregiver e familiari conviventi di minori di 16 anni con disabilità grave: nella mattinata di Pasqua sono state effettuate 5.100 somministrazioni nei centri vaccinali aperti in tutta la regione e le operazioni sono ancora in corso. Al lavoro centinaia di persone tra operatori sanitari, addetti e volontari della Protezione civile regionale e delle associazioni.

«Una Pasqua di grande dedizione, partecipazione, voglia di guardare avanti, desiderio di mettere al sicuro i più fragili a cominciare dai bambini. Sono queste le immagini che ci restituisce questa giornata, nella quale in tutta la Puglia sono in corso a pieno ritmo le vaccinazioni anticovid. La campagna vaccinale non si ferma ed è per questo che sento di dover ringraziare le centinaia di operatori sanitari, addetti e volontari alla protezione civile e tutti coloro che sono impegnati, instancabilmente, da mesi nella lotta contro il covid. Rinnoviamo le raccomandazioni a fare attenzione e a rispettare le regole di prevenzione per non vanificare tutti gli sforzi che si stanno compiendo», dichiarano il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano e l'assessore alla Sanità Pier Luigi Lopalco.

Anche la giornata di oggi, Lunedì dell'Angelo, sarà dedicata a caregiver, genitori, tutori, affidatari, familiari conviventi (maggiorenni e non in condizione di fragilità) di minori di 16 anni, nati dal 1 gennaio 2005 in poi, con disabilità grave ai sensi della legge 104/92 art.3 comma 3.

Per organizzare al meglio i flussi, si procederà in base al cognome del minore con disabilità, secondo quanto predisposto dal calendario di ciascuna Asl. L'elenco degli hub vaccinali, gli orari di apertura e i raggruppamenti per lettere alfabetiche sono disponibili a questo link https://www.regione.puglia.it/web/speciale-coronavirus/caregiver-sessione-pasqua

Si precisa che non potranno essere vaccinati in queste giornate dedicate, i caregiver e i conviventi di anziani e soggetti fragili adulti, i quali continueranno ad essere vaccinati secondo le modalità finora previste per ciascuna categoria.

Le vaccinazioni effettuate sino ad oggi in Puglia sono 646.218. Il dato è aggiornato alle ore 15.30 del 4 aprile.

Sono 2.600 circa le vaccinazioni eseguite dagli operatori della Asl Bari nella prima giornata degli open day dedicati alle vaccinazioni per i caregivers degli under 16, ovvero dei familiari e conviventi maggiorenni di disabili gravi nati dal 1 gennaio 2005 in poi.

A Bari nell'hub Fiera - uno dei 17 centri predisposti dalla Asl per le giornate di Pasqua e Pasquetta - il direttore generale Antonio Sanguedolce ha seguito in prima persona le operazioni a supporto di volontari, medici, infermieri e assistenti sanitari impegnati nella gestione dei percorsi vaccinali.

«Abbiamo riscontrato una larga adesione - ha detto Sanguedolce - non ci fermeremo mai e ringrazio tutti gli instancabili operatori per il lavoro straordinario che stanno facendo per portare avanti la campagna vaccinale».

Squadre di vaccinatori al lavoro non solo a Bari ma anche a Capurso, Valenzano, Mola di Bari, Alberobello, Sammichele, Altamura, Acquaviva delle Fonti, Bitonto, Corato, Molfetta, Adelfia, Monopoli e Locorotondo, dove le somministrazioni proseguiranno anche oggi a partire dalle 8.30.

Ha preso il via la campagna vaccinale per i pazienti onco-ematologici in cura all'Istituto Tumori 'Giovanni Paolo II' di Bari. Rientrano in questa categoria i pazienti onco-ematologici non ricoverati, attualmente in cura con farmaci immunosoppressivi, mielosoppressivi o coloro che hanno sospeso le cure da meno di 6 mesi. I pazienti sono stati contattati direttamente dal personale dell'unità operativa di ematologia dell'istituto e, per ogni paziente, è stato individuato un caregiver poi sottoposto a vaccinazione. L'ordine di vaccinazione ha tenuto conto non dell'anzianità ma del percorso di cura e all'indice di rischio di ognuno dei pazienti, a cominciare dai pazienti trapianti e in attesa di trapianto di midollo osseo.

Le somministrazioni sono andate avanti per tutta la mattinata.

Sono stati vaccinati 54 pazienti e corrispettivi caregiver. Stamattina, lunedì 5 aprile, si replica con gli stessi numeri. Si procederà in questo modo per tutta la settimana. Al momento l'elenco dei pazienti da sottoporre a vaccino conta 800 pazienti.

Il punto vaccinale allestito nell'Istituto tumori è organizzato con 4 postazioni, due riservati ai pazienti, due ai caregiver. Ai pazienti è stato somministrato il vaccino Pfizer, ai caregivers AstraZeneca. In servizio, 15 operatori sanitari fra in medici, infermieri, farmacisti, operatori socio-sanitari.

Il Commissario Straordinario Alessandro Delle Donne ha seguito personalmente le operazioni, anche per ottimizzare l'organizzazione per i prossimi giorni.

Da martedì, riprenderanno poi le vaccinazioni per il personale sanitario (medici di medicina generale, farmacisti, pediatri, veterinari ecc.): nelle prossime due settimane, saranno concluse le somministrazioni delle seconde dosi.
  • Vaccino Covid
Altri contenuti a tema
Campagna vaccinale, la Protezione Civile cerca nuovi volontari Campagna vaccinale, la Protezione Civile cerca nuovi volontari Al via il reclutamento di medici, infermieri, assistenti sanitari e altro personale
1 Vaccini, la denuncia della FIALS: «Nell'hub di Corato c'è personale non vaccinato» Vaccini, la denuncia della FIALS: «Nell'hub di Corato c'è personale non vaccinato» Due missive del sindacato indirizzate al direttore generale della ASL
Vaccinazioni anomale, Amati: «Oltre 7000 casi equivoci in Puglia» Vaccinazioni anomale, Amati: «Oltre 7000 casi equivoci in Puglia» La nota del consigliere regionale su presunti furbetti del vaccino
Covid, la Puglia schiera anche gli odontoiatri per la somministrazione dei vaccini Covid, la Puglia schiera anche gli odontoiatri per la somministrazione dei vaccini Siglato l'accordo con gli ordini provinciali
1 Vaccini anticovid, la Asl promette: «Entro fine mese concluderemo le somministrazioni per età 79 -70» Vaccini anticovid, la Asl promette: «Entro fine mese concluderemo le somministrazioni per età 79 -70» Sanguedolce: «Stiamo bruciando le tappe»
Operatori sanitari no vax, Amati: «20mila secondo il Ministero». Chiesta audizione delle Asl Operatori sanitari no vax, Amati: «20mila secondo il Ministero». Chiesta audizione delle Asl Il presidente della Commissione Bilancio: «Se i numeri fossero reali, rimozione dei Direttori generali»
Vaccini, il sindaco scrive a Lopalco e Asl: «Più personale per l'Hub di Corato» Vaccini, il sindaco scrive a Lopalco e Asl: «Più personale per l'Hub di Corato» Una lettera congiunta a firma di De Benedittis e di Chieco, sindaco di Ruvo per l'implementazione del personale operativo
Centro vaccinale di Corato, troppa affluenza. L'Esercito fornirà supporto logistico Centro vaccinale di Corato, troppa affluenza. L'Esercito fornirà supporto logistico Il sindaco: «La situazione si normalizzerà nel pomeriggio»
© 2016-2021 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.