Studenti Liceo ORiani
Studenti Liceo ORiani
Scuola e Lavoro

Gli studenti dell'Oriani portano Aristofane sul palco del Teatro Comunale

Dai banchi al palco: la straordinaria avventura degli Orianini

Trecentonovantadue avanti Cristo, reduce dalla distruzione della guerra del Peloponneso, da molteplici colpi di stato e da vicende politiche poco felici, culminate con la condanna a morte di Socrate, Atene non vive il momento di massimo splendore. Serve una scossa, un episodio eclatante, rivoluzionario, per risollevare la malandata capitale greca. E ciò avviene: le donne della città con un astuto inganno riescono ad entrare in parlamento e prendere le redini politiche ateniesi. Questa non è storia, bensì opera della fantasia e del genio visionario del commediografo Aristofane.

Comunista, femminista, senza alcun tabù sessuale, la donna Aristofanea è tanto utopistica quanto visionaria. Nonostante l'opera sia di 2400 anni fa, sorprende quanto le tematiche trattate (disparità sessuale, quote rosa in politica, corruzione) siano ancora dannatamente attuali.

Il testo è difficoltoso e ricco di termini "coloriti" e per arrivare allo spettatore necessita di una preparazione certosina e una capacità attoriale non da poco. Nonostante ciò, i ragazzi del Liceo Classico Alfredo Oriani sono riusciti nell'impresa ardua, non solo di rendere onore alla commedia, ma di farla loro, con un livello di recitazione degno di altri spettacoli visti all'interno del teatro comunale e una personalizzazione del testo, sottile, non invadente, ma decisiva al fine di rendere il tutto più dissacrante, più personale, come un abito cucito su misura dei ragazzi.

Il pubblico ride e di gusto, ma di un riso amaro, che fa riflettere. Anche questo è piaciuto ai tanti spettatori che nei giorni di venerdì sabato e domenica ha affollato il tempo della cultura Coratina.

Ancora una volta il Liceo Oriani si dimostra sensibile all'arte e soprattutto dimostra che l'antico cliché del "classico solo latino e greco" è quanto mai sorpassato, spinto anche dalla verve della preside Angela Adduci e dai professori tutor Di Canio, Micello e Carminetti che si sono prodigati affinché tutto fosse perfetto.

Un plauso infine, va soprattutto ai ragazzi, in grado di intrattenere come veri attori (e forse alcuni di loro potrebbero ambire a diventarlo seriamente per quanto dimostrato) e reggere la pressione del palcoscenico.

Chissà se la prossima amministrazione comunale, visto il successo della tre giorni, possa optare per un cartellone teatrale 2019/2020 ricco di spettacoli organizzati dalle scuole.
24 fotoLe Ecclesiazouse di Aristofane
WhatsApp Image atWhatsApp Image atWhatsApp Image atWhatsApp Image atWhatsApp Image atWhatsApp Image atWhatsApp Image atWhatsApp Image atWhatsApp Image atWhatsApp Image atWhatsApp Image atWhatsApp Image atWhatsApp Image atWhatsApp Image atWhatsApp Image atWhatsApp Image atWhatsApp Image atWhatsApp Image atWhatsApp Image atWhatsApp Image atWhatsApp Image atWhatsApp Image atWhatsApp Image atWhatsApp Image at
  • Teatro
Altri contenuti a tema
Il “Teatro degli Intonaci” si conclude con “Madre Materno” di Guido Celli Il “Teatro degli Intonaci” si conclude con “Madre Materno” di Guido Celli Lo sfondo sarà quello di Chiostra D’Onofrio a Corato
Il “Teatro degli Intonaci” va in scena con “Era solo un ragazzo” di Guido Celli Il “Teatro degli Intonaci” va in scena con “Era solo un ragazzo” di Guido Celli Appuntamento domani il Larghetto Santa Maria Greca
Il Festival delle Murge gioca d'anticipo Il Festival delle Murge gioca d'anticipo La 19ª edizione partirà mercoledì 29 maggio. Ricco cartellone di appuntamenti organizzato dall'associazione La Stravaganza
"Il Settimo di riposò", il gruppo teatrale del Forum degli Autori di Corato in scena ad Andria "Il Settimo di riposò", il gruppo teatrale del Forum degli Autori di Corato in scena ad Andria La regia è di Antonio Montrone
"Il prete della stola e del grembiule", Sebastiano Somma a Corato ricorda Don Tonino Bello "Il prete della stola e del grembiule", Sebastiano Somma a Corato ricorda Don Tonino Bello A teatro uno spettacolo per conoscere il Vescovo che ha accolto i poveri nella sua casa
Più teatro per i giovani, prezzi ridotti anche a Corato Più teatro per i giovani, prezzi ridotti anche a Corato Rafforzata la convenzione tra Teatro Pubblico Pugliese e Adisu Puglia
"Quale droga fa per me?", in scena a Corato "Quale droga fa per me?", in scena a Corato Una conferenza monologo dal testo di Kai Hensel, interpretato da Stella Addario
Malore per l'attrice, si ferma lo spettacolo in Teatro Malore per l'attrice, si ferma lo spettacolo in Teatro Era in scena il Maestro e Margherita con Riondino
© 2016-2019 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.