disastro ferroviario corato andria
disastro ferroviario corato andria
Cronaca

Processo disastro ferroviario: ammessa la costituzione di parte civile nei confronti della Società Ferrotramviaria S.P.A.

Si tratta di una innovativa decisione del Tribunale di Trani che farà certamente discutere

All'odierna udienza del processo relativo al disastro ferroviario del 12 luglio 2016, con ordinanza del Tribunale penale di Trani in composizione collegiale (pres. dott. ssa Giulia Pavese, giudici dott.sse Paola Angela De Santis e Filomena Sara De Rosa) è stata accolta l'istanza formulata dal difensore dell'A. C. U. Onlus -Associazione Consumatori ed Utenti- il prof. avv. Giuseppe Losappio (del foro di Trani) di estendere la costituzione di parte civile anche nei confronti della Società Ferrotramviaria S.P.A imputata ai sensi del d.lgs. 231/2001.

«Si tratta di una decisione pressoché inedita e comunque molto innovativa che ribalta un indirizzo giurisprudenziale ribadito dalla Cassazione, dalla Corte Costituzionale e dalla Corte di Giustizia Europea. La questione presenta un elevato grado di complessità, ma in estrema sintesi il Tribunale ha ritenuto che l'assenza di un esplicito riferimento alla persona offesa e alla parte civile nel testo del d.lgs. 231/2001 non è affatto sintomatica della volontà del legislatore di escludere l'ammissibilità della costituzione del soggetto danneggiato nei confronti dell'ente» commenta l'avv. Losappio.

Secondo il legale «prevale la disposizione dell'art. del d.lgs. 231/2001 secondo «per il procedimento relativo agli illeciti amministrativi si osservano ... in quanto compatibili, le disposizioni del codice di procedura penale e del decreto legislativo 28 luglio 1989, n. 271», ivi comprese le regole relative alla costituzione di parte civile».
  • Disastro Ferroviario
  • Ferrotramviaria
  • Processo disastro ferroviario
Altri contenuti a tema
Strage dei treni, parla il capostazione: «Anche io sono una vittima» Strage dei treni, parla il capostazione: «Anche io sono una vittima» Stamattina ascoltato nell'aula bunker del carcere di Trani
Sciopero nazionale dei trasporti, possibili adesioni dei dipendenti Ferrotraviaria Sciopero nazionale dei trasporti, possibili adesioni dei dipendenti Ferrotraviaria Braccia incrociate per 4 ore dalle 20 alle 24
Strage dei treni, i parenti delle vittime protestano a Roma contro il governo Strage dei treni, i parenti delle vittime protestano a Roma contro il governo «Dopo tre anni di sfilate istituzionali e promesse i fatti sono pari a zero»
Disastro Ferroviario, il ricordo di Michele Emiliano e Peppino Longo Disastro Ferroviario, il ricordo di Michele Emiliano e Peppino Longo Stamattina il vice presidente della Regione alla commemorazione della tragedia
Decaro ricorda le vittime del disastro: «Non si può morire mentre si esercita il diritto di muoversi in sicurezza» Decaro ricorda le vittime del disastro: «Non si può morire mentre si esercita il diritto di muoversi in sicurezza» Questa mattina dinanzi alla stazione ferroviaria di Bari la cerimonia di commemorazione del disastro ferroviario
Disastro Ferroviario, i primi soccorritori: «Abbiamo visto una scena devastante» Disastro Ferroviario, i primi soccorritori: «Abbiamo visto una scena devastante» La testimonianza di Antonio Longo, comandante della Vigilanza giurata
Una corona d'alloro per ricordare le vittime del disastro della Andria - Corato Una corona d'alloro per ricordare le vittime del disastro della Andria - Corato Cerimonia sobria. Il sindaco: «Il sangue versato non rimarrà perso»
Disastro Ferroviario, Longo: «È ora che il Comune di Corato alzi la testa» Disastro Ferroviario, Longo: «È ora che il Comune di Corato alzi la testa» Il pensiero del consigliere comunale del Movimento Cinque Stelle
© 2016-2019 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.