Corato immagino d'epoca
Corato immagino d'epoca
Cultura

Riscoprire il patrimonio culturale locale attraverso il dialetto

A Corato la lezione del glottologo Francesco Condello

"Linguaggi e crescita di un territorio: Il Dialetto Coratino" è il tema dell'incontro previsto per sabato 13 aprile alle ore 18:30, presso la sede dello Sporting Club. L'iniziativa, voluta dall'Archeoclub di Corato e dallo Sporting Club, si inserisce nel progetto "Il Territorio si racconta" e prevede la riscoperta del patrimonio culturale locale, attraverso la creazione di percorsi identitari con il coinvolgimento dei cittadini come custodi del loro patrimonio, sopravvissuto alle trasformazioni della storia e fortunatamente giunto ai nostri giorni.

La presentazione, curata dal glottologo Francesco Condello, avrà lo scopo di illustrare l'origine e le caratteristiche del dialetto di Corato, con qualche riferimento iniziale alla dialettologia; si mostrerà come il coratino s'inserisce all'interno dei dialetti italiani e in base a quali princìpi questi vengono classificati.
Si passerà in seguito ad elencare quali siano i mutamenti avuti dal latino alla varietà odierna, confrontandoli a quelli dell'italiano, e di come questi vengano rappresentati in forma scritta. Con questo confronto, si dimostrerà come il dialetto non sia una deformazione dell'italiano bensì una realtà linguistica a sé, dotata di una vera e propria grammatica e considerato patrimonio culturale dell'umanità, assieme alle migliaia di lingue parlate nel mondo, in quanto parte fondante dell'identità di ogni comunità.
Tenendo presente che il lessico coratino è chiaramente di base latina, ci si soffermerà anche su alcune parole della quotidianità, che però sono dei prestiti da altre lingue che sono state presenti in passato sul territorio (greco e arabo su tutte). Per chiudere, si coinvolgerà l'uditorio, anche, con qualche domanda relativa ai ricordi personali legati al dialetto, presentando alcune registrazioni di parlanti coratini e chiedendo ai presenti di riconoscere il significato di alcune parole "desuete" o presunte tali. Il tutto nell'ottica "dell'arte del condividere" per valorizzare la ricchezza e la dimensione diffusa del Patrimonio coratino, nel quale la cultura affonda le sue radici e si sviluppa restituendo tracce del passato ricreato e rivissuto.
L'iniziativa rappresenterà, pertanto, un inno alla diversità, al valore culturale di ognuno di noi che deve essere sempre rispettato, in quanto rappresenta le nostre radici, la nostra cultura e come tale deve essere tramandato e mai dimenticato.
  • Archeoclub d'Italia
Altri contenuti a tema
Archeoclub presenta "Il sistema dei percorsi antichi del Nord Barese" Archeoclub presenta "Il sistema dei percorsi antichi del Nord Barese" La cultura e la storia del nordbarese in un incontro tematico
I Palazzi delle pietre pizzute a confronto I Palazzi delle pietre pizzute a confronto Iniziativa dell'Archeoclub
La bellezza del paesaggio murgiano: una mostra per promuovere l’ecosostenibilità La bellezza del paesaggio murgiano: una mostra per promuovere l’ecosostenibilità L’obiettivo generale dell’evento è di sensibilizzare attraverso l’arte visiva i cittadini, i turisti, e le nuove generazioni al rispetto per la natura e il paesaggio dei territori in cui viviamo
Scoprire il patrimonio culturale locale attraverso il dialetto di Corato Scoprire il patrimonio culturale locale attraverso il dialetto di Corato Un convegno a cura dell'Archeoclub
Ripercorrendo la storia: "La rivoluzione napoletana del 1799 in Puglia e Basilicata" Ripercorrendo la storia: "La rivoluzione napoletana del 1799 in Puglia e Basilicata" L'iniziativa è dell'Archeoclub di Corato e il Centro Teseo
Historia magistra vitae, Maria Giovanna Montrone parla del manoscritto di Notar Domenico da Gravina Historia magistra vitae, Maria Giovanna Montrone parla del manoscritto di Notar Domenico da Gravina Iniziativa a cura dell'Archeoclub, Centro Teseo e Sporting Club
La storia del nostro territorio negli antichi atti e documenti La storia del nostro territorio negli antichi atti e documenti Ne parlerà l'Archeoclub con il Centro Teseo
Aspettando "Cortili aperti", i palazzi storici si aprono al pubblico Aspettando "Cortili aperti", i palazzi storici si aprono al pubblico Un’opportunità per ammirare lo splendore delle architetture
© 2016-2019 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.