Tribunale
Tribunale
Cronaca

Sentenze tributarie pilotate, dopo 11 anni prescritti i reati

Nell'inchiesta era stato coinvolto anche un commercialista coratino

Non saranno giudicati dalla Corte d'Appello di Bari 5 dei 6 imputati nel processo "Gibbanza", in merito a presunte sentenze tributarie pilotate tra il 2008 e il 2010.

La Corte di Appello, infatti, ha dichiarato il non luogo a procedere per prescrizione di tutti i reati di corruzione in atti giudiziari e falso di cui erano accusati a vario titolo gli imputati.

L'unico imputato per il quale la Corte si è espressa, rideterminando la pena per un falso aggravato, è l'ex giudice tributario Oronzo Quintavalle. Il suo era l'unico reato non prescritto. In primo grado era stato condannato a 7 anni mentre in Appello la pena è stata ridotta a 2 anni e 15 giorni di reclusione.

Prescritti tutti i reati contestati anche all'allora segretario di una sezione della Commissione tributaria provinciale di Bari, Domenico Carnimeo (2 anni in primo grado), e ai due imprenditori Raffaele Putignano e Franco Maria Balducci (in primo grado condannati rispettivamente a 2 anni e a 2 anni e 6 mesi di reclusione).

Già in primo grado, nel marzo 2019, i giudici avevano dichiarato la prescrizione di tutti i reati contestati ad altri 13 imputati.
  • cronaca giudiziaria
Altri contenuti a tema
Tre condanne per gli autori del tentato omicidio del bodyguard Tre condanne per gli autori del tentato omicidio del bodyguard Il drammatico episodio avvennè il 12 luglio 2016 nei pressi di una discoteca di Bisceglie
© 2016-2021 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.