carabinieri
carabinieri
Cronaca

Tornano a recuperare pezzi dopo aver sezionato un’auto rubata a Corato, ma ad attenderli trovano i Carabinieri

Arrestati tre pregiudicati andriesi per riciclaggio

Continuano i controlli sul territorio dei Carabinieri della Compagnia di Andria e nella tarda mattinata di ieri, nel corso di un servizio finalizzato al contrasto dei furti di auto, i militari dell'Aliquota Radiomobile hanno tratto in arresto tre noti pregiudicati un 38enne, un 35enne e un 24enne, tutti di Andria.

I militari di una pattuglia, nel corso di un servizio perlustrativo in zona Santa Maria dei Miracoli, effettuavano il controllo di un'autovettura proveniente dalla contrada Torricciola, con a bordo tre noti soggetti, con precedenti specifici nei furti e riciclaggio di auto rubate. La presenza dei tre in zona, insospettiva non poco i militari, i quali, perlustrando la zona, non tardavano a rinvenire, all'interno di un uliveto, un'autovettura, risultata oggetto di furto consumato nella vicina Corato, completamente smontata, i cui pezzi erano stati accuratamente accantonati e pronti per essere prelevati. Considerato che con ogni probabilità, di li a poco, dopo aver smontato l'autovettura, i malviventi sarebbero tornati con un autocarro per il prelievo ed il trasporto delle parti di auto, i militari operanti, supportati da altri rinforzi fatti sopraggiungere sul posto, predisponevano, fra gli ulivi, un servizio di osservazione. I risultati non tardavano ad arrivare, poiché qualche ora dopo, giungeva sul tratturo che portava all'uliveto, l'autovettura precedentemente controllata, con a bordo il 35enne ed il 24enne, la quale precedeva un autocarro condotto dal 38enne.

Arrestata la marcia all'interno dell'uliveto, tutti i soggetti, alla vista dei militari, tentavano di darsi alla fuga a piedi, ma venivano subito bloccati ed arrestati con l'accusa di riciclaggio. Su disposizione della competente Autorità Giudiziaria, i tre Andriesi venivano quindi tradotti presso la Casa Circondariale di Trani. Le successive, perquisizioni, consentivano di rinvenire e sottoporre a sequestro alcune centraline decodificate per autovetture, tre ricetrasmittenti e numerosi arnesi atti allo scasso.
  • Carabinieri
  • furto
Altri contenuti a tema
Il Generale La Gala sfida la camorra: «Aggrediremo il patrimonio dei clan» Il Generale La Gala sfida la camorra: «Aggrediremo il patrimonio dei clan» Il militare coratino comandante provinciale dei Carabinieri di Napoli
Ladri di chianche in fuga nel centro cittadino, intervento della Polizia Ladri di chianche in fuga nel centro cittadino, intervento della Polizia Malviventi in azione in Piazza Nitti
Rubate le attrezzature dell'Osservatorio Andromeda Rubate le attrezzature dell'Osservatorio Andromeda L'appello: "Fateci ritrovare gli strumenti, anche in forma anonima"
Presa la banda dei furti in appartamento, colpivano in tutta la provincia Presa la banda dei furti in appartamento, colpivano in tutta la provincia Quattro georgiani in manette. Le indagini partono dal nord barese
Rocambolesco tentativo di evasione dai domiciliari di un 23enne coratino Rocambolesco tentativo di evasione dai domiciliari di un 23enne coratino Il giovane, rintracciato al pronto soccorso dell'ospedale, ha aggredito i Carabinieri dandosi alla fuga. Riacciuffato, si è scagliato contro altri due militari ma è stato infine bloccato
Ritrovato a Bitonto l'individuo allontanatosi dall'ospedale di Bisceglie Ritrovato a Bitonto l'individuo allontanatosi dall'ospedale di Bisceglie Ricoverato agli infettivi del "Vittorio Emanuele II" per sospetta tubercolosi polmonare, aveva fatto perdere le sue tracce
Smontavano auto rubata, nei guai due fratelli di Corato Smontavano auto rubata, nei guai due fratelli di Corato Con loro un terzo complice
Il comandante Sergio Tedeschi si congeda dall'Arma Il comandante Sergio Tedeschi si congeda dall'Arma 45 anni al servizio dello Stato
© 2016-2019 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.