Truffa dello specchietto
Truffa dello specchietto
Cronaca

Truffa dello specchietto, arrestato un 39enne. Potrebbe aver agito a Corato

L'appello delle forze dell'ordine: «Denunciate»

La famigerata "truffa dello specchietto" è costata il carcere ad un siracusano di 39 anni, "beccato" dai Carabinieri dell'Aliquota Radiomobile di Andria in flagranza di reato ad Andria: questa volta, la vittima presa di mira era un pensionato di 81 anni.

Seguendo il modus operandiclassico, il siciliano aveva allentato lo specchietto retrovisore della propria Golf, per poter avere il pretesto di fermare l'anziano automobilista e contestargli di averglielo guastato durante un sorpasso. Il pensionato, pur sorpreso e convinto della propria innocenza, intimorito dalle minacce, stava cercando vanamente di convincerlo del contrario. Niente da fare però. E così il 39enne con tono aggressivo iniziava a pretendere con sempre maggiore arroganza un risarcimento economico, provocando un forte stato di agitazione nell'anziana vittima.

Il raggiro, fortunatamente, non si concludeva: in quel momento infatti passava una gazzella dei Carabinieri che, adocchiata la strana situazione, decideva di sottoporre a controllo i due automobilisti. A quel punto è diventato evidente il disegno criminoso del malvivente siciliano, con grande sollievo della controparte, e sono scattate le manette ai polsi con l'accusa di tentata truffa aggravata.

Da accertamenti eseguiti dai militari operanti è risultato che il 39enne non ha operato solo nell'ambito della provincia ofantina; infatti sono numerose le segnalazioni dell'illecita attività messa in opera in diverse zone della penisola: questa volta, ad Andria, lo specchietto e tutta l'autovettura sono finiti sotto sequestro, a disposizione dell'Autorità giudiziaria tranese.

Già nei mesi scorsi su social e gruppi whatsapp erano state diramate notizie di persone che stavano mettendo a segno questi colpi anche nei comuni viciniori ad Andria, tra cui anche Corato.

Gli inquirenti lanciano un appello: "non abbiate paura, non vergognatevi di essere caduti nella truffa, denunciate episodi di cui siete state vittime. Solo così si potranno fermare questo genere di individui, che speculano sul senso civico di tante persone".
  • Carabinieri
  • Truffa
  • Truffa dello specchietto
Altri contenuti a tema
Lotta al caporalato, oltre 50 arresti dei carabinieri in Puglia. Bari e Bat le province capofila Lotta al caporalato, oltre 50 arresti dei carabinieri in Puglia. Bari e Bat le province capofila Nel territorio del capoluogo regionale sono state elevate sanzioni per 1 milione 400 mila euro, su 69 controlli dei militari
Truffe agli anziani, i malintenzionati agiscono anche al telefono Truffe agli anziani, i malintenzionati agiscono anche al telefono Il racconto di un raggiro sventato
Furti in appartamento, eseguite 14 misure cautelari Furti in appartamento, eseguite 14 misure cautelari La banda operava in tutto il sud Italia
Il Generale La Gala sfida la camorra: «Aggrediremo il patrimonio dei clan» Il Generale La Gala sfida la camorra: «Aggrediremo il patrimonio dei clan» Il militare coratino comandante provinciale dei Carabinieri di Napoli
Presa la banda dei furti in appartamento, colpivano in tutta la provincia Presa la banda dei furti in appartamento, colpivano in tutta la provincia Quattro georgiani in manette. Le indagini partono dal nord barese
Rocambolesco tentativo di evasione dai domiciliari di un 23enne coratino Rocambolesco tentativo di evasione dai domiciliari di un 23enne coratino Il giovane, rintracciato al pronto soccorso dell'ospedale, ha aggredito i Carabinieri dandosi alla fuga. Riacciuffato, si è scagliato contro altri due militari ma è stato infine bloccato
Ritrovato a Bitonto l'individuo allontanatosi dall'ospedale di Bisceglie Ritrovato a Bitonto l'individuo allontanatosi dall'ospedale di Bisceglie Ricoverato agli infettivi del "Vittorio Emanuele II" per sospetta tubercolosi polmonare, aveva fatto perdere le sue tracce
Smontavano auto rubata, nei guai due fratelli di Corato Smontavano auto rubata, nei guai due fratelli di Corato Con loro un terzo complice
© 2016-2019 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.