Piazza Sedile. <span>Foto Giuseppe Di Bisceglie</span>
Piazza Sedile. Foto Giuseppe Di Bisceglie
Vita di Città

"Facciamo i buoni", l'iniziativa dal basso a sostegno dei commercianti

Una pagina Facebook per non far spegnere le luci dei negozi

"FACCIAMO I BUONI"
La città vive anche e soprattutto attraverso la miriade di attività commerciali che animano i corsi, le vie, i mercati.

Da anni queste attività sono sotto assedio: i grandi centri commerciali e le piattaforme online hanno già allontanato molti consumatori dai negozi di vicinato.
La loro "resistenza" è anche affar nostro; senza di loro la città sarebbe sempre così come oggi la vediamo: spenta.

Con la sospensione decisa con i decreti del 9 e del 11 marzo moltissimi esercenti si sono ritrovati, improvvisamente, totalmente privi di lavoro e di reddito; il protrarsi della sospensione aggrava la situazione.

Per dare vita e futuro al nostro commercio locale noi lanciamo l'iniziativa "FACCIAMO I BUONI".

Il meccanismo è semplice: il consumatore invia al commerciante una proposta di acquisto di beni futuri. Il commerciante accetta ed indica le modalità di pagamento. Il consumatore paga la somma che vuole, ed utilizza il pagamento come un "buono" da spendere alla riapertura dell'attività commerciale prescelta.

Il pagamento non avrà bisogno di scontrini o fatture perché viene configurato come "caparra", quindi non tassabile. Sarà scontrinato o fatturato solo al momento in cui il consumatore effettivamente si recherà presso il negozio e perfezionerà l'acquisto.

Tanti di noi hanno già i propri esercenti di fiducia: scarpe, abiti, gioielli, palestre, estetiste, bar, pizzerie ristoranti ecc. ecc.
In questo momento i nostri commercianti non hanno bisogno di elemosine ma di concludere contratti e di incassare denaro. Noi consumatori anticipiamo il denaro ed alla riapertura dell'attività saremo lì a ricevere la merce o i servizi già pagati.

L'iniziativa parte da oggi 2 aprile con la pagina facebook "FACCIAMOIBUONI".

Ogni esercente potrà iscriversi ed aderire all'iniziativa, così manifestando la sua disponibilità.

Pubblicheremo anche un format di minicontratto con il quale il consumatore proporrà all'esercente il pagamento nell'importo scelto. L'esercente indicherà il metodo di pagamento.
Questa iniziativa non ha colori e non ha bandiere. Vuole essere solo un piccolo, e speriamo utile, contributo per la ripresa di un settore, quello del commercio al dettaglio, che mai come in questo momento ha bisogno di fiducia e di supporto.
#facciamoibuoni

I proponenti: Fabio Di Gennaro, Valeria Mazzone, Cataldo Fiore, Gennaro Sciscioli, Renato Bucci
  • Commercio
Altri contenuti a tema
Saldi estivi 2020, partenza rinviata al 1 agosto Saldi estivi 2020, partenza rinviata al 1 agosto Decisione della Conferenza delle Regioni per sostenere le richieste dei commercianti
La Regione chiarisce: «Stop all'asporto nella giornata del 1 maggio» La Regione chiarisce: «Stop all'asporto nella giornata del 1 maggio» Consentita solo la consegna a domicilio nella festa dei lavoratori
Esercenti smontano i dehors, «Sarà un'estate difficile» Esercenti smontano i dehors, «Sarà un'estate difficile» Disagio pressoché unanime alla luce del nuovo regolamento
Nuovo look per il supermercato DOK di viale Vittorio Veneto Nuovo look per il supermercato DOK di viale Vittorio Veneto Domani la riapertura dopo il restyling
«Un centro commerciale diffuso in città»: parte il Distretto Urbano del Commercio «Un centro commerciale diffuso in città»: parte il Distretto Urbano del Commercio Il territorio di influenza del D.U.C. di Corato coincide con l’area contenuta dalla corona dell’Extramurale
Negozi aperti anche la domenica? L'opinione pubblica si divide Negozi aperti anche la domenica? L'opinione pubblica si divide Associazioni di categoria in contrasto
La Fiera di Settembre torna in centro La Fiera di Settembre torna in centro Si ripete l'esperienza della fiera di San Cataldo
Fiera di San Cataldo in centro, il plauso delle associazioni di categoria Fiera di San Cataldo in centro, il plauso delle associazioni di categoria Una nota di Unibat - CasAmbulanti
© 2016-2020 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.