vaccino
vaccino
Cronaca

Inchiesta vaccini, il Gip del Tribunale di Trani si riserva la decisione

Intanto due genitori rinunciano all'opposizione

Elezioni Amministrative 2020
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
Elezioni Regionali 2020
Si è tenuta ieri mattina l'udienza in camera di consiglio davanti al gip del Tribunale di Trani, Francesco Messina, per decidere che fine farà l'inchiesta sul presunto rapporto tra vaccini pediatrici e autismo, dopo che il pubblico ministero Michele Ruggiero ne ha chiesto l'archiviazione.

Ma la famiglia che aveva dato il 'la' all'inchiesta (denunciando il caso dei propri due figli) e si era opposta all'archiviazione, ha nel frattempo rinunciato. Il gip, tenuto comunque a decidere sulla richiesta della Procura, dovrà però tenere conto anche delle ragioni di altri genitori, quelli di un bambino residente nella Bat, il cui caso fu denunciato al magistrato tranese sempre nel 2014.

Nel mirino della Procura è finito, in particolare, il vaccino Mpr (morbillo, parotite e rosolia). La prima coppia aveva presentato un esposto in Procura sulla scorta di una consulenza del medico Massimo Montinari, che aveva diagnosticato una "sindrome autistica ad insorgenza post-vaccinale". Il medico è stato di recente sospeso dall'ordine dei medici di Firenze, dopo aver pubblicato un libro nel quale presentava il suo metodo per curare l'autismo con omotossicologici e integratori tra i quali i fermenti lattici.

L'inchiesta conta, comunque, le conclusioni del pool di esperti nominato da Michele Ruggiero, il quale contestò, a carico d'ignoti, l'ipotesi di lesioni colpose gravissime. Ma alla luce della consulenza il pm ha chiesto l'archiviazione dell'indagine. Seppur, a livello generale, censurino le linee guida informative e di raccolta anamnestica per la somministrazione dei vaccini, i quattro consulenti (Aldo Ferrara, Francesca Fusco, Roberto Gava, Giovanni Rezza) escludono il nesso di causalità tra somministrazione del vaccini e le forme di autismo poi diagnosticate ai fratellini. "Nel caso in discussione – hanno scritto nella perizia - non sono identificabili elementi che possono avvalorare, neppure in termini di elevata probabilità, una relazione causale tra la somministrazione delle dosi vaccinali e l'attuale quadro clinico, inquadrabile nell'ambito di un disturbo generalizzato dello sviluppo. E' opportuno rilevare che se si fosse verificato uno screzio encefalopatico da vaccino, esso si sarebbe manifestato in prossimità dell'inoculo e comunque non avrebbe permesso uno sviluppo cognitivo-motorio regolare. Tali forme di encefalopatia si presentano nel periodo immediatamente successivo alla vaccinazione ed impediscono nella loro fenomenologia lo sviluppo psicomotorio regolare, che, invece, si è osservato nei fratellini molti mesi (anche anni) seguenti l'inoculo".

Parti offese nel procedimento rimangono, comunque, tutte le famiglie (residenti nel circondario del Tribunale di Trani) che, tre anni fa, hanno presentato denuncia alla Procura per accertare l'eventuale correlazione tra la somministrazione dei vaccini e l'insorgenza di forme di autismo nei loro figli.
  • Procura della Repubblica
  • Sanità
Altri contenuti a tema
Morte Tarantini, tra gli indagati anche due dei suoi figli Morte Tarantini, tra gli indagati anche due dei suoi figli Saranno ascoltati il prossimo 5 settembre
Morte di Fedele Tarantini, la Procura apre una inchiesta Morte di Fedele Tarantini, la Procura apre una inchiesta Troppi elementi non convincono gli inquirenti
In 17mila al maxi concorso per 566 posti da infermiere In 17mila al maxi concorso per 566 posti da infermiere Si svolgerà dal 7 all’11 settembre in Fiera del Levante. Stringenti le misure di sicurezza anti-Covid: candidati suddivisi in 9 turni, triage ai 18 varchi d’ingresso
Riqualificazione OSS e misure compensative, pubblicato il bando Riqualificazione OSS e misure compensative, pubblicato il bando L'Avviso per gli operatori impegnati in strutture socio-sanitarie e socio assistenziali della Puglia
Ex pm di Trani Savasta condannato a dieci anni di reclusione Ex pm di Trani Savasta condannato a dieci anni di reclusione Pene inferiori per il sostituto procuratore Scimé, l'immobiliarista D'Agostino, gli avvocati Sfrecola e Ragno
Attivi tutti i servizi sanitari e sociosanitari. Linee guida per accessi in sicurezza Attivi tutti i servizi sanitari e sociosanitari. Linee guida per accessi in sicurezza Per informazioni, disponibili Urp e Cup, servizi digitali e il nuovo servizio Whatsapp del Policlinico di Bari
Operatori sanitari oggi in protesta a Bari. Soccorritori 118: «Accelerare internalizzazione» Operatori sanitari oggi in protesta a Bari. Soccorritori 118: «Accelerare internalizzazione» Manifestazione contro il governo della Regione Puglia. Riconoscimento economico per la crisi Covid fra le richieste
Protesta disabili, delegato regionale Fioto, Squeo: «accordo tariffario alternativa alla gara per le protesi» Protesta disabili, delegato regionale Fioto, Squeo: «accordo tariffario alternativa alla gara per le protesi» Lo stato di agitazione delle associazioni di categoria dei disabili parte dalla mancata fornitura delle protesi da parte dell’Asl Ba MOLFETTA - MARTEDÌ 23 GIUGNO 2020
© 2016-2020 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.