Cav. Giovanni Pomarico
Cav. Giovanni Pomarico
Economia

La scelta sorprendente di Giovanni Pomarico: «Faremo pubblicità solo per l'olio italiano»

Confagricoltura: «Ora altri imprenditori seguano l'esempio»

Difendere il patrimonio olivicolo e oleario italiano e pugliese in particolare è possibile utilizzando strategie che interessano una molteplicità di fronti. La risposta all'aggressione del mercato straniero può arrivare anche attraverso la reazione non soltanto del consumatore ma anche di chi fornisce al consumatore il prodotto, ossia la grande distribuzione organizzata.

Una importante e per certi versi sorprendente risposta in difesa dell'olio italiano è arrivata dal cav. Giovanni Pomarico, presidente del gruppo Megamark, che attraverso una lettera pubblicata su alcuni quotidiani ha comunicato la sua intenzione di sospendere l'attività promozionale per l'olio comunitario e destinarla esclusivamente all'olio italiano.

«La campagna olearia 2019/2020 segna l'anno del riscatto per la produzione italiana. La Puglia, vero polmone olivicolo dell'Italia, sfiorerà il 60% dell'intera produzione nazionale di olio extravergine di oliva con un incremento del +175% rispetto allo scorso anno. Bene anche il resto del Sud con la Basilicata, che quasi quadruplica la produzione dello scorso anno, la Campania che segna un +52% e il Molise +40%. Occasione unica, per tutti, per scegliere il consumo degli extravergine italiani» scrive Pomarico nella sua lettera aperta.

E comunica una importante decisione assunta dal gruppo da lui presieduto e che può concretamente contribuire al sostegno di uno dei comparti più importanti dell'economia italiana e pugliese in particolare. «Per questo abbiamo deciso di sospendere, nei supermercati Dok e Famila, l'attività promozionale dell'olio comunitario che resterà sullo scaffale con un prezzo sempre competitivo. Sosterremo le vendite dell'olio extravergine italiano con una forte e continua presenza sui volantini e sui media».

Il messaggio di Pomarico, tuttavia, non si esaurisce ad un significato prettamente economico. Valorizzazione dell'extravergine italiano è sinonimo di valorizzazione di attenzione alla qualità del prodotto e al territorio: «Siamo tutti chiamati a scegliere l'extravergine italiano, vero scrigno di alta qualità e portatore indiscusso di benessere e salute ricordandoci sempre che gli ulivi rappresentano un'affascinante attrazione per tanti turisti innamorati dei nostri territori. È importante essere uniti per sostenere l'economia del Sud» conclude il presidente di Megamark.

L'iniziativa di Dok e Familia non è passata inosservata alle associazioni degli agricoltori e dei produttori agricoli. In particolare Confagricoltura Bari - BAT, plaudendo all'iniziativa del gruppo Megamark, lancia un appello ad altri imprenditori affinché «seguano l'esempio».

"Apprezziamo il gesto del Cavaliere Giovanni Pomarico - commenta il presidente di Confagricoltura Bari-Bat, Michele Lacenere - che dimostra di aver compreso le modalità con cui va valorizzato un prodotto di altissima qualità qual è l'EVO pugliese. La concorrenza del prodotto comunitario, che molto spesso di comunitario ha poco, rischia di deprimere ulteriormente una delle produzioni qualitative che inorgogliscono l'intero comparto agricolo nazionale. Ci auguriamo che l'esempio, virtuoso, che il Cavaliere ha voluto dare, con l'azione commerciale all'interno delle catene DOK e FAMILA, venga seguito presto da altri imprenditori, come lui, interessati al territorio e alla sua economia complessiva".
  • Olio extravergine di oliva
Altri contenuti a tema
Evo Forum in Puglia con due incontri a Corato e Lecce Evo Forum in Puglia con due incontri a Corato e Lecce Gli Open Days della Fondazione Italiana Sommelier di Puglia per promuovere la cultura dell’olio extravergine
L'olio di Puglia IGP ha il suo logo: un'antica moneta romana L'olio di Puglia IGP ha il suo logo: un'antica moneta romana Prestigioso marchio per la cultivar Coratina
L’oro di Puglia firmato Schinosa: l’azienda agricola Di Martino L’oro di Puglia firmato Schinosa: l’azienda agricola Di Martino L’extravergine di oliva che nasce a Trani e gira il mondo
"La Coratina" diventa protagonista con Coratinolio "La Coratina" diventa protagonista con Coratinolio Convegni e degustazioni sulla famosa cultivar
Consumi, magazzini pieni di olio straniero. Coldiretti: «Così crollano i prezzi» Consumi, magazzini pieni di olio straniero. Coldiretti: «Così crollano i prezzi» Made in Italy minacciato dalle importazioni. L'allarme di Coldiretti
Mercato olivicolo a rilento, la preoccupazione delle associazioni di categoria Mercato olivicolo a rilento, la preoccupazione delle associazioni di categoria Prezzi troppo bassi, non si coprono neanche le spese
Extravergine di oliva, crollo dell'export. Verso la Puglia prevalentemente olio spagnolo Extravergine di oliva, crollo dell'export. Verso la Puglia prevalentemente olio spagnolo La denuncia di Coldiretti
L'allarme di Coldiretti: «I frantoi di Puglia potrebbero chiudere nel giro di un anno» L'allarme di Coldiretti: «I frantoi di Puglia potrebbero chiudere nel giro di un anno» Il presidente Muraglia convocato da Di Maio
© 2016-2020 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.