Stop alle monete da 1 e 2 centesimi. <span>Foto Luciana Cusanno</span>
Stop alle monete da 1 e 2 centesimi. Foto Luciana Cusanno
Economia

Niente più monete da 1 o 2 centesimi per i pagamenti: arrivano gli arrotondamenti

A stabilire le modalità di arrotondamento è il decreto legge 50/2017

La notizia è passata un po' in sordina per l'opinione pubblica, ma non per gli addetti ai lavori, in particolare per i titolari di negozi nei cui scaffali non mancano prodotti con prezzi che comprendono anche i centesimi. Stiamo parlando della sospensione del conio delle monetine metalliche da 1 e 2 centesimi di euro, disposto a decorrere dal primo gennaio 2018.

Le monete da 1 o 2 centesimi non sono ormai più coniate in Italia. La legge impone ora l'arrotondamento dei pagamenti per eccesso o per difetto. A stabilire le modalità di arrotondamento è il decreto legge 50/2017. Secondo quanto legiferato i pagamenti con 1 o 2 centesimi verranno arrotondati a 0 centesimi, quelli da 3 o 4 passeranno a 5 centesimi. Pagamenti da 6 o 7 centesimi verranno arrotondati per difetto a 5 centesimi. Infine, pagamenti con 8 o 9 centesimi diventeranno 10 centesimi.

"Viene così sancito il diritto per commercianti ed esercenti al dettaglio di arrotondare al momento di ricevere un pagamento in contanti - spiega Leo Carriera Direttore di Confcommercio Bari – Bat. Nel caso però il consumatore, al momento di pagare l'importo dello scontrino, non abbia nel portafogli monete da 1 o 2 centesimi, o il negoziante non ne abbia per dare il resto, scatta l'arrotondamento. La norma in questo caso prevede che "l'importo è arrotondato, a tutti gli effetti, per eccesso o per difetto, al multiplo dei cinque centesimi più vicino". In sostanza, si effettua un arrotondamento per difetto se l'importo è, ad esempio, di 10,52 euro (arrotondati a 10,50) e per eccesso se l'importo è, ad esempio, 10,53 euro (arrotondato a 10,55). Da rilevare, infine, che l'arrotondamento non vale qualora il pagamento sia effettuato con bancomat o carta di credito, perché ovviamente, in questo caso, non si tratta di estrarre dal portafoglio le famose monetine.

Confcommercio Bari e Bat, per informare dettagliatamente sia i commercianti e i consumatori, ha diffuso la tabella in cui sono contenuti gli arrotondamenti dei prezzi in eccesso e difetto previsti dalla legge.
  • confcommercio
Altri contenuti a tema
Confcommercio Bari-BAT, Alessandro Ambrosi confermato presidente Confcommercio Bari-BAT, Alessandro Ambrosi confermato presidente Nella giunta anche Giovani Gallo di Corato. Vicepresidente Vito D'Ingeo
«Ristoranti aperti anche di sera nelle città con bassi contagi» «Ristoranti aperti anche di sera nelle città con bassi contagi» L'appello di Fipe-Confcommercio
Selfiemployment, finanziamenti a tasso zero per donne e disoccupati Selfiemployment, finanziamenti a tasso zero per donne e disoccupati Domande a partire dal 22 febbraio
Concessioni ambulanti senza Durc, Ambrosi: «Fatta chiarezza seguendo buonsenso» Concessioni ambulanti senza Durc, Ambrosi: «Fatta chiarezza seguendo buonsenso» Il presidente della Confcommercio Puglia commenta la circolare diramata dalla Regione ai Comuni pugliesi
Emergenza sanitaria ed economica, Carriera: «Nessuno si salva da solo» Emergenza sanitaria ed economica, Carriera: «Nessuno si salva da solo» Intervento del direttore della Confcommercio di Bari-Bat Leo Carriera alla vigilia delle festività natalizie nell’anno del Covid-19
1 “Compro sotto casa", al via la campagna della Confcommercio “Compro sotto casa", al via la campagna della Confcommercio Per sostenere, anche in vista del Natale, gli acquisti nei negozi di vicinato e aiutare così le attività che tengono vive le città
Coronavirus, 200euro per i genitori lavoratori rimasti a casa Coronavirus, 200euro per i genitori lavoratori rimasti a casa Un contributo a sostegno della genitorialità per chi ha dovuto sospendere l’attività lavorativa durante l'emergenza
Commercio, arriva l'obbligo dello scontrino elettronico Commercio, arriva l'obbligo dello scontrino elettronico La novità del 2020
© 2016-2021 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.