Corato arresto prostituzione
Corato arresto prostituzione
Cronaca

Prostituzione in una suite con vasca idromassaggio nel centro di Corato, due arresti

In manette due donne, una italiana e una marocchina

Elezioni Amministrative 2020
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
Elezioni Regionali 2020
Sono due le donne arrestate nei giorni scorsi dalla Stazione Carabinieri di Corato, l'italiana B.M.E., 45enne, e la marocchina S.Z., 24enne, per induzione e sfruttamento della prostituzione.

L'operazione è scattata quando i militari, a seguito di diversi servizi di osservazione controllo e pedinamento, hanno notato un "via vai" di uomini da una centralissima piazza di quel comune.

Poco prima dell'ingresso i carabinieri sono riusciti a captare direttamente una conversazione telefonica nella quale B.M.E. affermava che vi sarebbero state "altre ragazze a lavorare".

Dette parole, poste a sistema con le dichiarazioni messe a verbale da alcuni "clienti", hanno cristallizzato un quadro fortemente indiziante per cui si è ritenuto opportuno effettuare l'accesso nell'abitazione anche poter verificare la presenza di eventuali minori.

I militari hanno quindi potuto constatare la presenza di quattro donne delle quali una in compagnia di un cliente all'interno di una stanza da letto.

L'appartamento, composto da sette vani, in ciascuna camera era stato dotato di arredi strettamente indispensabili per accogliere i clienti, tra cui una sola camera adibita a "suite" con all'interno una vasca idromassaggio.

I militari, dagli elementi raccolti, hanno circostanziato anche i vari "ruoli" delle donne presenti in casa, ovvero una di loro preposta a raccogliere le prenotazioni, ricevendo un compenso di 8 euro per ogni appuntamento confermato, B.M.E. e S.Z., invece, compensavano le ragazze che si intrattenevano con i clienti con una somma pari al 50% di ogni prestazione, anche se, durante le operazioni, le arrestate avessero asserito di gestire un centro massaggi

Le immediate indagini hanno consentito di acclarare uno stato di assoggettamento delle giovani donne che, versando in uno stato di necessità, acconsentivano ad effettuare prestazioni sessuali dietro compenso su induzione delle arrestate le quali trattenevano per loro il restante 50% del guadagno.

All'interno dell'appartamento è stato anche rinvenuto e sequestrato un dispositivo elettronico (cosiddetto "POS") per il pagamento con carte di debito su cui i carabinieri stanno effettuando ancora accertamenti.

Le arrestate sono state tradotte presso la casa circondariale di Trani su disposizione della locale Procura della Repubblica.
  • Carabinieri
Altri contenuti a tema
Furti di opere d'arte, oltre cinquecento i beni sequestrati nel 2019 tra Puglia e Basilicata Furti di opere d'arte, oltre cinquecento i beni sequestrati nel 2019 tra Puglia e Basilicata Intensa l'attivià del nucleo Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale
Coronavirus, criminali in quarantena. Il colonnello Cairo: «Reati in calo del 31%» Coronavirus, criminali in quarantena. Il colonnello Cairo: «Reati in calo del 31%» Il bilancio del comandante provinciale dell'Arma: «Controllate 89mila persone». Sul futuro: «Terremo alta l'attenzione sull'usura»
Sparò ai vigilanti dopo l'assalto alla banca, preso pericoloso latitante Sparò ai vigilanti dopo l'assalto alla banca, preso pericoloso latitante Il tentanto colpo nell'aprile 2018. Il piano fu sventato da un coratino in servizio a Ruvo di Puglia
Prepara il pranzo per una famiglia in difficoltà, il gesto trova la solidarietà dei carabinieri Prepara il pranzo per una famiglia in difficoltà, il gesto trova la solidarietà dei carabinieri I militari si offrono per la consegna. Il cibo preparato a Corato raggiunge Trani
Corato e comuni limitrofi blindati per evitare l'esodo: posti di blocco ovunque Corato e comuni limitrofi blindati per evitare l'esodo: posti di blocco ovunque La misura di controlli per evitare spostamenti ingiustificati
La pensione? La ritirano per voi i Carabinieri La pensione? La ritirano per voi i Carabinieri Sottoscritto l'accordo tra l'Arma e Poste Italiane
Furto e smarrimento,  la denuncia si fa on line Furto e smarrimento, la denuncia si fa on line Il servizio “Denuncia Vi@ Web” sul sito dei Carabinieri per limitare i tempi di attesa presso le caserme
Carabinieri setacciano la città, tre persone arrestate Carabinieri setacciano la città, tre persone arrestate Controllo ad ampio raggio. Due patenti ritirate
© 2016-2020 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.