massimo mazzilli
massimo mazzilli
Cronaca

Violenza ai servizi sociali, il sindaco: «Questa storia deve finire»

La solidarietà del primo cittadino agli agenti aggrediti e feriti

Elezioni Amministrative 2020
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
Elezioni Regionali 2020
È ferma la condanna del primo cittadino Massimo Mazzilli in merito all'episodio di aggressione ai danni degli agenti della Polizia Locale da parte di un utente dei servizi sociali successivamente denunciato ed arrestato.

Attraverso la sua pagina Facebook, il sindaco a nome di tutta l'amministrazione comunale, ha espresso solidarietà ai dipendenti aggrediti e dura condanna per quanto accaduto.

«Ieri pomeriggio sono stato costantemente in contatto col Comando della Polizia Municipale e con il Settore Servizi Sociali durante e dopo la vile e ingiustificata aggressione subita dai nostri dipendenti nell'espletamento del proprio servizio.
Questa storia che con violenza inaudita, ingiustificata e mai ammissibile, qualcuno si presenti presso i nostri Uffici o presso il Palazzo di Città, magari in un evidente stato di alterazione psico-fisica, e pretenda di ottenere con la forza risposte immediate DEVE FINIRE!» scrive Mazzilli su Facebook.

«Per colpa di questa gente, abbiamo dovuto spendere risorse per proteggere i nostri operatori, installando una porta per isolare, in orari di chiusura al pubblico, gli Uffici dei Servizi Sociali e abbiamo installato anche un impianto di video sorveglianza interno a fini di prevenzione di crimini e aggressioni. Questo soggetto però nonostante queste cautele ha forzato le chiusure e ha aggredito chiunque ha trovato innanzi, con una violenza fisica inaudita!»

E conclude: «L'aggressore è stato denunciato e arrestato e così accadrà ancora ove dovessero ripetersi episodi analoghi. I nostri Vigili sono stati professionali e tempestivi e a loro ho espresso la solidarietà e vicinanza dell'intera Amministrazione Comunale, che valuterà le azioni successive contro questo vile aggressore».
  • Servizi sociali
Altri contenuti a tema
Il centro ascolto famiglia continua a lavorare per il sostegno psicologico e sociale Il centro ascolto famiglia continua a lavorare per il sostegno psicologico e sociale I numeri e i contatti dei professionisti che erogano il servizio gratuito
Attiva la consulenza on line per donne in attesa e neomamme Attiva la consulenza on line per donne in attesa e neomamme A cura dell'Ordine Interprovinciale delle Ostetriche Bari/BAT
Due progetti di assistenza educativa per i minori e le loro famiglie Due progetti di assistenza educativa per i minori e le loro famiglie I progetti sono stati illustrati ai dirigenti scolastici della città
«Abbiamo garantito al sig. Antonio e alla sua famiglia tutti i previsti servizi di assistenza» «Abbiamo garantito al sig. Antonio e alla sua famiglia tutti i previsti servizi di assistenza» Da Palazzo di Città un chiarimento circa la storia di una famiglia senza dimora raccontata da un giornale locale
1 Botte ai servizi sociali, Polizia Locale arresta un 42enne Botte ai servizi sociali, Polizia Locale arresta un 42enne Un utente ha aggredito gli agenti provocando loro ferite
Piano di Zona, cambia l'affidatario del servizio ADI. Pronto il licenziamento per tre lavoratrici Piano di Zona, cambia l'affidatario del servizio ADI. Pronto il licenziamento per tre lavoratrici Ficco (CGIL): «Nessuna risposta dal Comune di Corato. Chiameremo in giudizio le istituzioni»
Ennesima aggressione ai danni del personale dei Servizi Sociali Ennesima aggressione ai danni del personale dei Servizi Sociali Aggredito anche il dirigente Casieri
Pubblicato il bando per l'erogazione dei contributi economici per i cittadini Pubblicato il bando per l'erogazione dei contributi economici per i cittadini Termine per la presentazione delle domande fissato per il 4 maggio
© 2016-2020 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.